menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, ecco la nuova illuminazione pubblica con i led

Gli interventi previsti nel progetto riguardano la sostituzione di 3.521 corpi illuminanti, la successiva installazione di nuovi corpi a tecnologia LED e la sostituzione dei pali vetusti.

Il Comune di Colleferro ha avviato l’adeguamento alle norme di efficientamento energetico dell'impianto di pubblica illuminazione con la sostituzione delle vetuste lampade esistenti con la migliore tecnologia a led. Lo scopo del progetto è duplice: mettere a norma gli impianti e conseguire risparmi energetici per l’Amministrazione. Gli interventi previsti nel progetto riguardano la sostituzione di 3.521 corpi illuminanti, la successiva installazione di nuovi corpi a tecnologia LED e la sostituzione dei pali vetusti. Dopo aver compiuto la classificazione delle strade e fatto dei calcoli illuminotecnici, la potenza dei corpi illuminanti al LED sarà adeguata alle varie esigenze. Saranno sostituiti buona parte dei quadri elettrici che saranno dimensionati in funzione del nuovo assorbimento determinato dalla sostituzione dei corpi illuminanti.

Una svolta verso una riduzione dei consumi

“Si tratta d’interventi finalizzati alla riduzione dei consumi di energia elettrica - spiega il Sindaco Sanna - attraverso l’utilizzo di tecnologie a basso consumo ad alta efficienza. Miglioreremo il decoro urbano, la qualità di vita e saranno garanzia di sicurezza per i cittadini!  Lunedi ai piani artigianali alla presenza degli Assessori Zeppa e Dibiase e con il Presidente dell’Area PIP Piera Morgia sono avvenute le prime installazioni.

Primi interventi ai piani artigianali

“Abbiamo voluto iniziare dai Piani Artigianali, dal quartiere Scalo e poi il 4 Km per una questione simbolica. Come ho detto varie volte – continua Sanna - vorrei che nessuno si sentisse più “periferia” di qualcun altro, vorrei che tutti si sentano “al centro della città”! Per questo le innovazioni , le migliorie debbono iniziare nelle zone che una volta erano considerate periferiche. Oggi siamo tutti importanti, nessuno è più solo, ne fra le imprese artigianali dei PIP e dello SLOI ne tra i cittadini che in passato erano ai margini e che oggi sono i primi assieme ai primi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento