menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piglio, un albero per ogni nato nell’anno 2014

Il Comune di Piglio e la Confraternita della Madonna delle Rose, in linea alla legge nazionale 113 del 1992 per lo sviluppo degli spazi verdi che intende sottolineare il binomio “vita-albero”, hanno organizzato per Sabato 21 Novembre 2015 la festa...

Il Comune di Piglio e la Confraternita della Madonna delle Rose, in linea alla legge nazionale 113 del 1992 per lo sviluppo degli spazi verdi che intende sottolineare il binomio "vita-albero", hanno organizzato per Sabato 21 Novembre 2015 la festa dell'Albero "un albero per ogni nato nell'anno 2014"

La legge per chi non lo sapesse unisce un valido insegnamento ad apprezzare i valori della natura attraverso il legame che si instaura tra il bambino e la pianta.

Verranno piantati 49 alberi di vario tipo, che saranno offerti dalla civica amministrazione, nel "Giardino del Santuario della Madonna delle Rose".

Ai 49 bambini nati nel 2014 si aggiungono altre 3 persone ultraxcentenari viventi di Piglio e precisamente la Sig.ra Elena Lucidi vedova Giorgi di anni 104 nata nel 1911, il Sig. Domenico Loreti di anni 103 nato nel 1912 e la Sig.ra Laura Passa di anni 100 nata nel 1915.

L'originale iniziativa è partita dal Comune di Piglio che vuole mettere sotto la protezione della Madonna delle Rose, i 49 bambini di Piglio e precisamente:

Diletta, Leonardo, Elena, Martina,Elisa, Mia, Maria Elena, Lorenzo, Diego, Viola, Agnese, Gabriele,Matteo, Giacomo, Miriam, Viola L, Emanuele, David, Sophia, Lorenzo I, Flavia, Helena, Clara, Marta, Carlotta, Nicol, Elena D, Francesco, Mattia, Sofia, Giordano, Ilaria, Bernal Sofia, Leonardo L, Diego P, Gabriel, Noemi, Lavinia, Jole, Greta Maria, Pietro, Tommaso, Greta, Costantin Ieremia, Matilde, Christian, Sara Maria, Aurora, Mya.

L'albero porterà il nome del bambino. Il programma della manifestazione prevede alle ore 9,30 l'accoglienza nel Piazzale antistante il Santuario, seguirà il saluto delle Autorità, la benedizione delle piante e la messa a dimora delle stesse.

Ai genitori dei bambini verrà donato un santino riproducente l'affresco della Madre Santissima detta delle Rose. Questa iniziativa, a detta del sindaco Mario Felli, vuole anche sensibilizzare i bambini fin da piccoli a rispettare e a difendere la natura.

Giorgio Alessandro Pacetti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento