rotate-mobile
Valle Del Sacco

'Un seme per il futuro', tre giorni di convegni, dibattiti e degustazioni di prodotti tipici

L'iniziativa è promossa dal Gal Terre di Pregio e riguarderà i comuni tra Cave e San Vito Romano

Si svolgerà nei giorni dal 21 al 23 marzo "Un Seme Per il Futuro", l'evento conclusivo durante il quale verranno mostrati i risultati finali dei progetti e delle ricerche attuate dal Gruppo di Azione Locale dei Monti Prenestini e Valle Del Giovenzano mediante la Strategia di Sviluppo Locale “Terre di Pre.Gio.” nella programmazione 2014/2022.

La manifestazione coinvolgerà nell'arco dei tre giorni numerosi ospiti, oltre ai Soci Pubblici e Privati e le Aziende Agricole del territorio, e coinvolgerà Università Italiane, Enti di Ricerca Nazionali, Stakeholder, Associazioni culturali e non solo. Anche i cittadini potranno partecipare a convegni, dibattiti, itinerari e percorsi enogastronomici. 

Si partirà Giovedì 21 Marzo al Teatro Comunale “Milco Paravani”

di Cave, quando ad aprire i lavori sarà  Angelo Lupi, Presidente di GAL “Terre di Pre.Gio.”

Sono stati invitati a partecipare Francesco Lollobrigida, Ministro dell'Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste e Giancarlo Righini, assessore al Bilancio, Programmazione economica, Agricoltura e  Sovranità Alimentare,Caccia e Pesca, Parchi e Foreste della Regione Lazio. Interverranno anche Massimiliano Raffa, Commissario Straordinario di ARSIAL, e Gianluca Nera, Presidente della BCC Bellegra.

Nel convegno di apertura il focus sarà sui "Traguardi della Strategia Locale e il valore aggiunto LEADER  nello sviluppo rurale delle “Terre di Pre.Gio.” alla presenza di ricercatori, docenti universitari e ospiti illustri. Durante la mattinata ci sarà la presentazione del catalogo e del video “Un Seme per il Futuro”, che passerà in rassegna le  attività realizzate con l’applicazione della Strategia di Sviluppo Locale “Terre di PreGio”.

Non mancheranno momenti dedicati alla degustazione a cura della Condotta Slow Food “Ciociaria e Territori del  Cesanese APS”, che proporrà assaggi dei prodotti agricoli delle “Terre di PreGio”.

In questa prima giornata verranno illustrati i progetti di ricerca applicata promossi dal GAL “Terre di Pre.Gio.” alla presenza di rappresentanti di associazioni del territorio e del mondo accademico, dalle università di Roma, Udine, Venezia e del Molise; si parlerà anche del Progetto di Ricerca mirato alla valorizzazione di alcuni prodotti tipici locali come il Cacio di Genazzano e della Mosciarella delle Casette di Capranica Prenestina.

La giornata di Venerdì 22 Marzo sarà dedicata all'esplorazione di   due itinerari alla scoperta del territorio e delle sue economie, con visite presso aziende locali del settore agricolo, vinicolo e rurale di San Vito Romano, Olevano Romano, Genazzano e Capranica Prenestina.

Saranno discussi e sperimentati i progetti e le nuove proposte presentate da agricoltori, aziende agricole ed agrituristiche e i tavoli di lavoro avranno come output la scrittura di un documento conclusivo che tenga conto degli stimoli e dei risultati del dibattito della giornata; tale documento potrà, inoltre, essere utile ispirazione per future applicazioni di politiche di Sviluppo. I cittadini e tutti gli interessati potranno partecipare ai laboratori e agli itinerari e anche alla cena finale fissata all'agriturismo "L'Oca Bianca" di Cave (quest'ultima a pagamento), dove il menù sarà incentrato sulla valorizzazione dei prodotti tipici dell'agricoltura locale, attraverso un modulo di partecipazione e prenotazione obbligatorio che si rinviene anche sul sito www.galterredipregio.it.  

Sabato 23 Marzo un nuovo convegno, a conclusione dei lavori, si terrà al  Teatro Comunale “Caesar” di San Vito Romano. 

Dopo l'apertura di Maurizio Pasquali, sindaco di San Vito Romano, interverrà Flavio Cera, Presidente I Commissione della Regione Lazio.

Angelo Lupi e Fulvio Proietti, presidente e vicepresidente GAL “Anius Pregius”, condurranno i lavori verso la nuova programmazione 2024/2027.

Al convegno parteciperanno esponenti di UNCEM Unione Nazionale Comunità  e Enti Montani, Legambiente, Università di Roma Tor Vergata ed altre autorità del territorio.

A conclusione dei lavori, si terrà la Tavola rotonda "Il GAL come Laboratorio di sviluppo per le Aree Interne e montane" con il coinvolgimento dell'Associazione Scuola Italiana di Sviluppo Locale e GAL Majella Verde, Costa dei Trabocchi (Abruzzo), Terre di Argil (Lazio), Valle  Umbra e Sibillini, Slow Food Italia, sindaci e Amministratori dei Comuni del GAL “Anius Pregius”, rappresentanti delle aziende agricole, della ristorazione, dell’accoglienza turistica dei Monti Prenestini, della Valle dell’Aniene e della Valle del Giovenzano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Un seme per il futuro', tre giorni di convegni, dibattiti e degustazioni di prodotti tipici

FrosinoneToday è in caricamento