Ceccano, demolito l'ospedale incompiuto, lo "scheletro" di cemento che deturpava la città

Grande la soddisfazione del sindaco Caligiore che attendeva da tempo che quell'agglomerato venisse abbattuto. Al suo posto sorgerà una Rems per la quale sono stati stanziati oltre 6 Mln di euro

Quello che il sindaco Roberto Caligiore stava aspettando da tempo è diventato realtà. Nei gironi scorsi l'ospedale incompiuto  in via Fabraterna Vetus ai Ceccano è stato abbattuto. Al suo posto dovrebbe sorgere una Rems, una struttura che ha sostituto i tradizioni istituti psichiatrici (al momento ne esiste una provvisoria in zona Marano). 

Quattro mesi per procedere alla bonifica dell'area

Adesso inizieranno i lavori per la bonifica e per la messa in sicurezza dell'area. Successivamente verranno avviati i lavori per la realizzazione della Rems. La demolizione della struttura di cemento è iniziata nel luglio scorso e si è conclusa il 19 agosto. Ad occuparsi dei lavori la ditta Edil Moter della capitale incaricata dall'Asl di Frosinone. Il primo stralcio che ha riguardato lo smantellamento dell'edificio è costato 237 mila euro. Per la nuova Rems sono stati invece stanziati, 6,2 milioni di euro. Il progetto esecutivo è stato approvato dalla Regione nel febbraio scorso

Il post su Facebook del primo cittadino colleziona mille like

Il primo cittadinio che ha seguito passo passo l'abbatimento della struttura ha postato su Facebook la notizia dell'abbattimento collezionando ben mille like. ."Ora la città - ha dichiarato il sindaco Caligiore- ha riacquistato decoro e dignità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento