Bilancio e chiusura ufficiale del santuario della S.S. Trinità a Vallepietra

La chiusura è prevista il 2 di novembre dopo la solenne celebrazione eucaristica, presieduta dal rettore Mons. Alberto Ponzi

Domenica 28 ottobre le terribili condizioni metereologiche non hanno fermato le celebrazioni per la chiusura del Santuario della Santissima Trinità di Vallepietra e la pioggia battente non ha fermato neanche i pellegrini che numerosissimi si sono portati presso il santuario, di fatto i pullman giunti sono stati più di 30. Il programma della giornata purtroppo ha dovuto subire dei mutamenti poiché i pellegrini giunti non sono potuti scendere al santuario per la scarsa visibilità e per l'impraticabilità della strada dovuta alla troppa acqua che scendeva tuttavia la celebrazione eucaristica officiata dal vescovo Lorenzo Loppa è giunta regolarmente alle ore 10.00 per tutti i presenti nella nuova chiesa nei pressi del Santuario.

Il discorso del Vescovo Loppa ai fedeli

Il vescovo durante la celebrazione eucaristica ha parlato di come siano più di 16 anni che San Giovanni Paolo II gli ha affidato la guida della diocesi di Anagni-Alatri e di come, in questi anni non gli fosse mai capitata una giornata così inclemente che però è servita a mostrare la fede straordinaria dei pellegrini. Ha ricordato poi la chiusura del sinodo dei i vescovi dedicato ai giovani e alla loro ricerca del sogno di Dio ma soprattutto dedicato agli adulti perché li accompagnino nella ricerca di una vita riuscita e della gioia dell'amore. Ha sottolineato poi il suo desiderio che il messaggio del sinodo possa diffondersi in tutte le comunità ecclesiastiche delle diocesi di Anagni-Alatri, nelle diocesi di Frosinone, Sora, Cassino, Aquino e Pontecorvo soprattutto grazie all'impegno dei ministri della chiesa e di tutti gli animatori ecclesiali pronti a mettersi a disposizione dei giovani per un cammino di cambiamento. Infine, ha ringraziato tutte le persone presenti, in primis don Alberto e i suoi collaboratori che si mettono a disposizione per riaccendere la fiamma che la Santissima Trinità ha acceso nei nostri cuori il giorno del battesimo, e ha augurato a tutti una buona Domenica e un buon cammino nelle loro chiese, affidando a tutti un saluto per i loro Vescovi, i loro sacerdoti e i familiari, soprattutto ragazzi e giovani.

Le parole di mons. Ponzi

Mons. Alberto Ponzi nel saluto ai presenti ,ha voluto ringraziare tutti e ha detto :"Oggi dovevamo avere tantissime  compagnie qui al santuario per salutare la Santissima Trinità, purtroppo il tempo, il vento, non ha permesso a tanti di scendere dal piazzale per venire qui al santuario, ma certamente  il sacrificio da parte di tanti Pellegrini è stato fatto ,ecco vogliamo comunque dire grazie ,a Dio trinità,  nonostante il tempo il Vescovo alle  ore 10:00 ha celebrato l'Eucaristia nella chiesa nuova e c'era tanta gente, questa mattina presto tanti stavano già qui, parecchi sono scesi giù in paese nella chiesa parrocchiale per partecipare alla messa, oggi vogliamo veramente dire Grazie al Signore, perché ci sta sempre vicino, perché ci protegge, ci accompagna. Sicuramente il tempo oggi con il vento, un po' di paura l’ha messa, perché quando le giornate sono così, diventa più facile poter vedere dei piccoli sassi che cadono, ma non è successo niente, ringraziamo la Santissima Trinità. Ecco a conclusione, voglio dire grazie a tutti quanti i pellegrini, che quest'anno sono venuti qui al Santuario per passare davanti all'immagine sacra della Santissima Trinità, per dire grazie, per presentare le proprie preghiere a Dio trinità. Un grazie particolare va ai responsabili delle tante compagnie, che più di una volta l'anno vengono qui al Santuario, perché loro organizzano e in compagnia vengono qui al Santuario, cantando, lodando Dio Trinità, le compagnie sono un punto di riferimento forte per il nostro santuario, qui passano circa 350 tra compagnie e gruppi per un totale di 400mila persone,  che insieme lodano la Santissima Trinità, insieme partecipano all'eucarestia dopo aver celebrato il sacramento della riconciliazione. Le compagnie sono un punto di aggregazione forte e la cosa più bella  è che riescono a trascinare tanti giovani che vengono qui al santuario, oggi si conclude anche il sinodo dei Vescovi sui giovani, allora,  con la preghiera che oggi è stata fatta durante le celebrazioni ,è che i giovani possano trovare cristiani adulti credibili, perché i giovani possono fare spazio nella propria vita al Signore, per poter rendere questa nostra società più bella, per far sì che tutti quanti possiamo insieme ,rendere lode a Dio Trinità, con la nostra vita  che diventa dono per le persone che ci stanno accanto, speranza per un domani migliore, Viva la Santissima Trinità."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il santuario chiuderà il 2 di novembre dopo la solenne celebrazione eucaristica, presieduta dal rettore Mons. Alberto Ponzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento