Cassino, riparte il servizio civile

L'attività coinvolge 40 giovani che saranno impegnati dal 24 giugno in 5 diversi progetti per la durata di 12 mesi

Il sindaco di Cassino Enzo Salera pubblica sulla sua pagina social la notizia della ripartenza del servizio civile nella città benedettina ed esprime estrema soddisfazione con queste parole:

"Abbiamo ricevuto comunicazione ufficiale da parte del Dipartimento per le Politiche giovanili relativa alla partenza dei 5 progetti di servizio civile che coinvolgono complessivamente 40 giovani e che inizieranno la loro esperienza presso il Comune di Cassino il 24 giugno prossimo.

Ricordiamo che il ritardo nell’avvio del servizio è dovuto in parte ad un problema tecnico legato alla piattaforma informatica utilizzata per la prima volta nella gestione delle domande e in parte al lungo periodo di sospensione delle attività causato dal Covid-19.

I giovani che prenderanno servizio a fine giugno e per i prossimi 12 mesi, ai quali sarà corrisposta una indennità mensile di 440€, saranno impegnati in 5 progetti:
“Comunità attiva”, 8 volontari, con attività dedicate a persone anziane o con disabilità;
“Comunità che cresce”, 10 volontari, con attività educative di strada o domiciliari;
“Memoria 2”, 8 volontari, con attività di valorizzazione del patrimonio storico della città;
“Restiamo verdi”, 8 volontari, con attività di valorizzazione del patrimonio ambientale e naturalistico della città;
“Sportello Pago P.A.”, 6 volontari, con attività di assistenza al cittadino neo rapporti con la pubblica amministrazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riparte un’esperienza che ha un grande valore per i 40 ragazzi che potranno sperimentarsi nell’aiutare concretamente altri cittadini, in alcuni casi più fragili, potranno acquisire nuove competenze professionali e quindi accrescere le proprie chance occupazionali, soprattutto si troveranno di fronte ad una sfida importante che ne farà certamente persone più consapevoli della propria appartenenza alla comunità cittadina".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento