Coronavirus, Sara Battisti: “Dopo 29 giorni mi sono negativizzata”

La consigliera regionale ha voluto rendere noto di essere guarita dal Covid “anche per affermare alcune cose - ha postato - a seguito di questa esperienza personale”. Non prima di ringraziare, tra gli altri, gli operatori della Asl di Frosinone

La consigliera regionale Sara Battisti, originaria di Fiuggi (Frosinone)

La consigliera regionale Sara Battisti, originaria di Fiuggi (Frosinone) e risultata positiva al Coronavirus lo scorso 13 ottobre, è guarita. “Dopo 29 giorni mi sono negativizzata”, ha reso noto lei stessa via social ringraziando innanzitutto tutti i suoi amici, conoscenti e seguaci per l’affetto e la vicinanza nonché “di cuore - ha sottolineato - gli operatori sanitari della Asl di Frosinone e Rm2, e il mio medico di famiglia”.  

Sara Battisti ha voluto far sapere pubblicamente che è guarita dal Covid “non solo per condividere con voi questa bellissima notizia - ha postato - ma anche per affermare alcune cose a seguito di questa esperienza personale”. In primis, ha voluto mettere in chiaro che “il Covid-19 esiste e credo che quanti abbiano responsabilità politiche, ruoli istituzionali o siano mediaticamente rilevanti la debbano smettere di dire il contrario”.   

Il racconto della sua esperienza personale  

“Ognuno di noi, purtroppo, una volta contagiato vive questa malattia a modo suo - è andata avanti Sara Battisti - Io ho avuto febbre anche oltre il 38.5, dolori articolari, mal di testa, tosse, iposmia, anosmia e mi ritengo molto fortunata. Quindi con un termometro, un saturimetro, seguendo le disposizioni del medico di base e seguendo la cura che vi indicheranno si può stare a casa. Lo dico perché capendo la paura che si può avere, è importante non recarsi in ospedale se non ce n’è bisogno. Ovviamente se il livello di ossigenazione scende e avvertite che non riuscite a respirare bene dovete subito chiamare il vostro medico”.  

Il messaggio finale di Sara Battisti  

“Ricordiamo di rispettare le norme igieniche, indossare la mascherina e non creare assembramenti – ha dichiarato in conclusione la consigliera regionale - In ultimo un abbraccio alle famiglie e ai quanti hanno perso qualcuno di caro, a chi è in ospedale in questo momento a chi è risultato positivo o si trova in isolamento. Questa è una battaglia che si può vincere solo insieme, provando a fare ognuno il proprio dovere. Nessuno può sentirsi escluso, perché purtroppo il virus non fa selezione”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento