menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, cos'è il Mes e come funziona

Il fondo di stabilità salva-stati è al centro di un acceso dibattito, ecco di cosa si tratta e come funziona

Mes sì, Mes no. Nelle ultime settimane il fondo di stabilità per il salvataggio degli Stati della zona euro, è stato (ed è tutt'ora) al centro di un acceso dibattito, sia nell'Eurogruppo che tra il Governo e l'opposizione. Come riporta il nostro sito nazionale today.it e come riportato nell'ultima “puntata” a cui abbiamo assistito, il premier Conte ha attaccato in conferenza stampa Matteo Salvini e Giorgia Meloni, rispettivamente leader di Lega e FdI, accusandoli di aver dato per firmato e approvato un accordo che invece è ancora in fase di approvazione. Ma cos'è il Mes? Vediamo di cosa si tratta

Cos'è il Mes

Il Mes, Meccanismo europeo di stabilità (in inglese l'acronimo è Esm, European Stability Mechanism) è il fondo permanente di salvataggio della zona euro, studiato per garantire la stabilità all'interno dell'eurozona e per sostenere con aiuti finanziari i Paesi in difficoltà, purché questi rispettino alcuni requisiti rigorosi. L'Esm è stato lanciato nel 2012 come successore dell'Efsf, il Fondo europeo di stabilità finanziaria, un veicolo di salvataggio temporaneo creato nel 2010 per soccorrere la Grecia sull'orlo del fallimento.

Come funziona il Mes

Le componenti della riforma del Meccanismo Unico di Stabilità, detto anche fondo Salva Stati, sono essenzialmente quattro: l'istituzione di un backstop, cioè di una garanzia di ultima istanza, per il Fondo Unico di Risoluzione; la modifica delle condizioni per accedere agli aiuti del Mes, con Pccl (Precautionary Conditional Credit Line) e Eccl (Enhanced Conditions Credit Line); l'introduzione delle Single-Limb Cacs al posto delle attuali Dual-Limb Cacs, in vigore dal 2013; un ruolo maggiore del Mes, al fianco della Commissione, nei programmi di assistenza finanziaria in futuro. L'Italia ha ottenuto modifiche specialmente per quanto riguarda le Single-Limb Cacs, cioè le clausole di azione collettiva a maggioranza singola, per le quali nell'ultimo Eurogruppo si è concordato di introdurre la possibilità di procedere a "subaggregazioni" per determinate categorie di titoli di Stato.

Le Single Limb Cacs sono clausole annesse ai titoli di Stato che, nel caso si debba procedere alla ristrutturazione di un debito, con un haircut, rendono il processo più ordinato, riducendo essenzialmente il rischio di holdout, cioè la formazione di minoranze di blocco che possono ostacolare il processo di ristrutturazione, come è successo all'Argentina con i 'fondi avvoltoio'. Le Cacs esistono già, nell'Eurozona, ma sono Double-Limb, cioè prevedono due maggioranze per concordare una ristrutturazione: una per ogni singola serie e un'altra su tutte le serie di titoli, complessivamente considerate. Con le Single-Limb Cacs si passerebbe ad un'unica maggioranza, quella su tutte le serie oggetto di ristrutturazione, complessivamente considerate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento