Le case Ater di Corso Francia cadono a pezzi, monta la protesta dei residenti

L'anno scorso dopo le innumerevoli rimostranze alla dirigenza erano stati incollati i mattoni che erano letteralmente "saltati" dal muro. Ma si era trattato di un intervento non risolutivo. A distanza di mesi si è ripresentata la stessa situazione

Le palazzine dell'Ater di Corso Francia a Frosinone continuano a cadere a pezzi. Monta la protesta dei residenti. Già lo scorso anno proprio sulle colonne di questo giornale era stata messa in evidenza questa problematica. I mattoni rossi attaccati al muro degli edifici cadevano giù come birilli. E proprio a seguito di quella segnalazione la dirigenza dell'Ente che si occupa della manutenzione degli aveva provveduto ad inviare gli operai per mettere in sicurezza tutta l'area. 

I mattoni continuano a scollarsi dal muro

A  distanza di mesi si è ripresentata la stessa situazione. I mattoni hanno ripreso a scollarsi dal muro. Gli inquilini delle palazzine interessate, hanno persino paura di mandare i loro figli a giocare nel cortile per paura che possano farsi male. Per la cronaca va detto che precendentemente gli operai avevano installato lungo il perimetro degli edifici delle transenne con tanto di nastro bianco e rosso che indica la situazione di pericolo. Ma il vento e la pioggia battente dei giorni ha abbattuto anche quelle barriere di protezione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i lavori urgenti anche la ristrutturazione degli infissi

I residenti della zona più volte hanno presentato le loro rimostranze a chi di dovere senza però esito. Eppure proprio di fronte alle loro palazzine stanno ristrutturando un edificio dell'Ater. Gli operai stanno predisponendo nuovi infissi alle finestre. Perchè allora si chiedono a Corso Francia gli inquilini le istituzioni preposte non provvedono a mettere in sucurezza le loro palazzine?  Anche loro vivono negli alloggi che sono stati assegnati dall'Ente. "In dodici anni che vivo in questo stabile - ha dichiarato una signora che ha voluto mantenere l'anonimato - gli operai sono venuti soltanto una volta ad incollare delle mattonelle al muro della palazzina. E questi sono i risultati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento