Post contro il Lazio Pride, gli organizzatori chiedono le dimissioni di Maura

La replica del presidente del Consiglio provinciale: "Non sono omofobo, la mia è una critica circoscritta alla manifestazione e all'immagine che negli anni è stata offerta"

“Solo stamattina abbiamo appreso del post offensivo di Daniele Maura, neo presidente del Consiglio della Provincia di Frosinone, relativo al Lazio Pride che si svolgerà sabato 22 a Frosinone. Ricordiamo che una carica istituzionale rappresenta tutte le cittadine e tutti i cittadini e non può pubblicare offese alla nostra comunità. Chiediamo, pertanto, ledimissioni e qualora non arrivassero che il consiglio provinciale voti per la sua sfiducia.”

“Lazio Pride nasce dall’esigenza di portare la lotta dei diritti delle persone LGBT (lesbiche, gay, bisex e trans) nei piccoli centri e nelle periferie, dove le persone vengono lasciate sole e risultano spesso invisibili. Affermazioni di questo genere non fanno che aumentare lo stigma, la discriminazione e l’isolamento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica

Immediata la precisazione del presidente del Consiglio Daniele Maura. “Non sono assolutamente omofobo, le dichiarazioni pubblicate ieri sera sul mio profilo, sono da considerarsi circoscritte alla manifestazione che a mio avviso, nel corso degli anni, ha offerto un’immagine di sé poco decorosa e che esula dalla rivendicazione più che legittima dei diritti degli omosessuali. Gli atteggiamenti eccentrici e poco consoni da esibire in pubblico sortiscono in me lo stesso effetto sia se i soggetti appartengono allo stesso sesso, sia se sono di sesso opposto. Si tratta semplicemente di buon senso e rispetto di chi ci circonda evitare di sfilare in modo succinto o scambiarsi effusioni esagerate, ma ripeto vale a prescindere dal sesso. Purtroppo l’immagine comune del Gay Pride è questa, è una fotografia scattata durante le tantissime manifestazioni che si sono svolte in passato. Spero che sabato si riesca a costruirne una diversa e che la parata assuma un carattere più contenuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Ceccano, speciale elezioni: i dati sull'affluenza e i risultati in tempo reale

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento