Inquinamento dell'aria, giro di vite della Giunta Ottaviani: multe salate per chi trasgredisce

Targhe alterne, riscaldamenti con temperature fisse, divieto di accensione per fuochi agricoli in determinati orari.

La Giunta Ottaviani a Frosinone ha deliberato, nella seduta settimanale, i provvedimenti per il risanamento della qualità dell’aria, tra i quali gli interventi programmatici per la limitazione del traffico veicolare, per l’anno 2019/2020. Tra questi,  oltre all’istituzione delle domeniche ecologiche (previste per le giornate del 17 e 24 novembre 2019, del 12 gennaio e del 16 febbraio 2020), rientra l’istituzione della circolazione a targhe alterne per i veicoli alimentati a benzina (con omologazione di categoria superiore ad euro 2) e diesel (con omologazione di categoria superiore a euro 3), dall’11 novembre 2019 al 27 marzo 2020, dalle 8.30 alle 13 e dalle 14:30 alle 22, per le giornate di lunedì (circolazione consentita ai veicoli con targa dispari) e venerdì (circolazione consentita ai veicoli con targa pari). In deroga, potranno circolare i veicoli a basso impatto ambientale, ovvero elettrici, ibridi, a metano, gpl e diesel dotati di filtro antiparticolato (FAP) con omologazione di categoria superiore a euro 3; saranno esentati dai divieti i veicoli adibiti a pubblici servizi, a servizio di persone invalide quelli comunque autorizzati per esigenze speciali.

Le zone interdette

Gli interventi programmati per la limitazione del traffico veicolare avverranno nell'area urbana circoscritta dalle seguenti strade: da via Tiburtina, piazza Madonna della Neve, via Madonna della Neve, via Marco Tullio Cicerone (da incrocio con via Madonna della Neve), viale Volsci, via Simoncelli, via Vado del Tufo, viale Europa, via Marittima (da incrocio viale Europa), via Puccini, via Pasta, via Pier Luigi da Palestrina, via san Giuliano, via Vivaldi, via Verdi (da incrocio via Vivaldi), viale America Latina, via Marconi, via Fosse Ardeatine, via san Gerardo (senso unico in discesa), via don Buttarazzi, via Ferrarelli (da incrocio via don Buttarazzi), via Caio Mario, via Maria (da incrocio via Caio Mario) fino all'incrocio con via Tiburtina;  limitatamente al tratto stradale di via Sacra Famiglia, uscita obbligata su via Pasta (sottopasso ferroviario); limitatamente a via Mascagni, è vietato il transito sul tratto di piazza Pertini e di via Monteverdi in direzione piazza Kambo. Su tali strade la circolazione non è assoggettata a restrizioni ed è comunque consentito l'accesso di tutti i tipi di veicoli per raggiungere la più vicina area destinata a parcheggio (da cui sarà quindi possibile recarsi presso le varie zone del centro urbano mediante i servizi di trasporto pubblico), come piazza Salvo D'Acquisto, piazza Falcone e Borsellino (antistante la villa comunale), piazza Martiri delle Foibe (parcheggio Questura, in via Vado del Tufo).

Dall'11 novembre al 31 marzo 2020

Dall’ 11 novembre 2019 al 31 marzo 2020, dalle ore 00,00 alle ore 24, è prevista l’interdizione della circolazione nelle zone sopra richiamate dei veicoli ad accensione spontanea (diesel) “Euro 3”. Sino al 31/12/2020 sono esentati i veicoli delle categorie innanzi specificati se di proprietà di cittadini residenti a Frosinone, che possano dimostrare di non essere proprietari o di non avere familiari conviventi proprietari di autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) superiori alla categoria “Euro 3”. Saranno altresì esentati dal divieto i veicoli adibiti a pubblici servizi, a servizio di persone invalide e quelli comunque autorizzati per esigenze speciali. Dall’ 11 novembre 2019 al 31 marzo 2020, dalle ore 00,00 alle ore 24, è istituita l’interdizione della circolazione nelle zone sopra menzionate dei veicoli ad accensione comandata (benzina) “Euro 2”. Sino al 31/12/2020 sono esentati i veicoli delle categorie innanzi specificati se di proprietà di cittadini residenti a Frosinone, che possano dimostrare di non essere proprietari o di non avere familiari conviventi proprietari di autoveicoli ad accensione comandata (benzina) superiori alla categoria “Euro 2”. Saranno altresì esentati dai divieti i veicoli adibiti a pubblici servizi, a servizio di persone invalide e quelli comunque autorizzati per esigenze speciali.

Le temperature obbligatorie

Prevista inoltre l’Interdizione della circolazione nel centro urbano ai veicoli con massa complessiva superiore a 3,5 t., dall’11 novembre 2019 al 31 marzo 2020, nelle fasce orarie dalle 7,30 alle 14,00 e dalle 16,30 alle 18,00 ad eccezione dei veicoli adibiti a pubblici servizi.Istituito, nel medesimo periodo, l’obbligo di spegnimento dei motori per i veicoli merci nella fase di carico/scarico e per quelli adibiti al trasporto pubblico nelle aree di sosta e nei nodi di scambio.Dal 7 gennaio al 31 marzo 2020 è vietato accendere fuochi e/o falò, anche connessi all’ordinaria pratica agricola, con la sola eccezione dei tralci di vite sottoposti ad abbruciamento con finalità antiparassitarie.Dal’11 novembre 2019 al 31 marzo 2020, i limiti massimi di temperatura in ambiente chiuso dovranno essere pari a 20 C° in edifici ad uso residenziale, commerciale, direzionale o sedi di attività sportive, ricreative e scolastiche; di 18 C°, invece, in edifici ad uso industriale, artigianale ed assimilabili. Per gli impianti di riscaldamento alimentati a gasolio o nafta, prevista la riduzione di due ore del periodo di accensione rispetto a quelli consentiti dalle norme del Decreto Presidente della Repubblica n. 412 del 1993. È vietato, nello stesso periodo, l’ uso di legna da ardere o biomasse per alimentare impianti di riscaldamento con potenza superiore a 35 KW, qualora esista la possibilità di utilizzare combustibili gassosi o GPL, con estensione della prescrizione di utilizzo di camini aperti e chiusi, stufe a legna, pellet e a biomassa in generale su tutto il territorio comunale, anche in tutte le abitazioni e alle attività produttive provviste di rete del gas metano e di bomboloni GPL. Il provvedimento è valido sia per le utenze domestiche che per le attività economiche e produttive solo per il riscaldamento degli ambienti. L’Amministrazione si riserva, infine, il potere di intervenire con provvedimenti di interdizione del traffico veicolare, per singole zone o per l’intero territorio comunale, nel caso di superamento dei limiti legali in materia di PM 10, PM 2,5 ed altre polveri sottili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento