rotate-mobile
Attualità Isola del Liri

Isola del Liri, gli anziani incontrano i carabinieri per evitare le truffe

Il Comandante Alaia ha illustrato ai numerosi presenti le insidie che possono venire da quelle persone, spregiudicate e malvagie, che approfittandosi delle debolezze che possono venire con l’età avanzata e carpendo la loro fiducia

I  Carabinieri della Compagnia di Sora, continuano  a svolgere incontri con la cittadinanza nell’ambito dei progetti relativi “alla cultura della legalità” ed in  difesa delle fasce più deboli della popolazione, le donne e gli anziani.

Ad Isola del Liri (Fr), il Luogotenente C.S. Vincenzo Alaia, Comandante  della locale stazione, unitamente al suo collaboratore il Mar. Magg. Raffaele Fardella, sono stati ospiti del parroco della cittadina della cascata, Don Alfredo Di Stefano presso la Sala “Agape” della Parrocchia San Lorenzo.

Qui ha incontrato, anche con la collaborazione dell’Associazione CODICI, dei fratelli Franco e Pietro Altobelli, gli anziani invitati dall’associazione e quelli fatti intervenire dalla parrocchia, per sottolineare l’importanza del sostegno e dell’aiuto, anche e soprattutto quando si ha a che fare con persone che non si conoscono e che potrebbero tentare malevoli raggiri.

Il Comandante Alaia ha illustrato ai numerosi presenti le insidie che possono venire da quelle persone, spregiudicate e malvagie, che approfittandosi delle debolezze che possono venire con l’età avanzata e carpendo la loro fiducia, riescono a farsi consegnare denaro e oggetti  preziosi.

La chiamata improvvisa per segnalare un problema ad un familiare con richiesta di denaro per risolvere la difficoltà, il presentarsi presso l’abitazione per verificare delle anomalie negli impianti (gas, acqua, luce), addirittura lo “spacciarsi” per appartenenti alle forze dell’ordine, sono solo alcune delle casistiche illustrate alla cittadinanza  dai militari dell’Arma.
Concetti che il Luogotenente Alaia ha condiviso nuovamente presso il Centro Anziani di Castelliri, alla presenza di Don Giuseppe Basile, anch’egli sempre vicino alle persone in difficoltà.
Le truffe, in particolar modo quelle in danno degli anziani, rappresentano un atto vile e spregevole perché per questi soggetti deboli, spesso soli, i danni  sono non solo di natura economica ma anche emotiva, con gravi effetti sulla loro vita sociale ed anche sulla salute.
I Carabinieri raccomandano il massimo dialogo in famiglia, tra  più giovani ed anziani  per favorire una reale sensibilizzazione preventiva, che  può essere potenziata proprio  dallo scambio informativo  sul tema in ambito domestico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola del Liri, gli anziani incontrano i carabinieri per evitare le truffe

FrosinoneToday è in caricamento