Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Pontecorvo, dipendenti comunali ai ferri corti con l’amministrazione. La nota dei sindacati

I rappresentanti delle tre più importanti sigle sindacali chiedono di essere convocati entro 10 giorni

“L’amministrazione del comune di Pontecorvo ascolti le richieste dei lavoratori e discuta con i sindacati di quale progetto ha in mente per il futuro dei servizi comunali. Nel piano di fabbisogno del personale, approvato nel mese di Marzo u.s., si prevedono diverse figure part time e solo una figura full time”. Cosi in una nota i rappresentanti sindacali Fp Cgil Salzano Giovanni, Cisl Fp, Ercoli Raffaele, Uil Fpl Rita Longobardi che poi proseguono:

“Per esempio, nel Servizio di anagrafe e stato civile dove da pochi mesi è stato pensionato un dipendente di categoria “D”, non è stata prevista nessuna assunzione nel triennio. Alcuni servizi hanno visto il numero di personale diminuire drasticamente mentre i carichi di lavoro e le mansioni, non sono solo rimaste le stesse, in molti casi sono aumentate.

Si è anche proceduto a contratti di collaborazione, presso altri comuni, con dipendenti di categoria “B” e non si è proceduto ad aumentare le ore al personale di categoria “B” presente in comune con contratto part time. Il fondo di parte stabile è stato decurtato di 20.000 Euro, mentre dal Decreto Crescita e dalle linee guida dell’ ANCI si evince chiaramente che ciò non è possibile, pertanto chiediamo il reintegro e la corretta costituzione del fondo visto che si tratta dei soldi dei lavoratori.

Le richieste che abbiamo chiesto di discutere con l’amministrazione sono le seguenti: Piano triennale del fabbisogno di personale, mancata valorizzazione del personale interno e mancato confronto sindacale; Errata costituzione del fondo di parte stabile anno 2020 (20,000 Euro); Mancato invio verbale della delegazione trattante del 28 Marzo u.s. e mancata distribuzione istituti fissi e ricorrente anno 2020; Delibere di affidamento incarichi di consulenza a personale esterno al comune di Pontecorvo.

Qualora l’amministrazione comunale non dovesse convocarci, entro 10 gg dal ricevimento della presente, si preannuncia che l’ assemblea ha dato unitariamente mandato alle OO.SS. di indire lo stato di agitazione del personale del comune di Pontecorvo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontecorvo, dipendenti comunali ai ferri corti con l’amministrazione. La nota dei sindacati

FrosinoneToday è in caricamento