rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Cassino

Cassino, detenuto aggredisce tre agenti in ospedale

L'uomo ha dato in escandescenza dopo essere arrivato in ospedale

I detenuti del carcere di Cassino tornano alla ribalta delle cronache dopo soli pochi giorni dal drone con la droga. L’ennesima aggressione agli agenti della penitenziaria è avvenuta nel pomeriggio odierno nel pronto soccorso cittadino.

Un detenuto Nigeriano di 27 anni, proveniente dal carcere di Cassino con un'ambulanza, con problemi psichiatrici si è scagliato di punto in bianco contro tre agenti di polizia penitenziaria, dopo aver lamentato tempi di attesa troppo lunghi. I tre agenti hanno dovuto fare ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso cittadino dove si trovano ora.

"Rivendichiamo - scrive in una nota inviata alla stampa  Angelo Massaro segretario generale  Fns Cisl Frosinone tutele e garanzie per il personale di polizia penitenziaria - ponendo in particolare l'accento sulle problematiche generate dalla gestione di detenuti con problemi psichiatrici.

Rivolgiamo un ennesimo appello a tutte le autorità affinché si adottino concrete iniziative di carattere emergenziale che mirino da un lato a immediate assunzioni straordinarie per potenziare concretamente, al di là dei proclami, il Corpo di polizia penitenziaria, mancante di ben 18mila unità in ambito nazionale a Cassino mancano 52 unità (previste 162 ma presenti 110) il 46% del ruolo ispettori, 21% ruolo sovrintendenti e il 31% del ruolo agenti/assistenti. 

La Fns Cisl Frosinone rivolge solidarietà ai tre colleghi coinvolti nell’aggressione e contestualmente auspica la revisione non solo del modello custodiale ma anche, l’efficace gestione dei detenuti malati di mente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, detenuto aggredisce tre agenti in ospedale

FrosinoneToday è in caricamento