Cronaca Cassino

Coronavirus, carne alla brace e picnic in cortile, scoppia il panico e finisce a cazzotti (video)

In pochi minuti in via Garigliano a Cassino sono arrivate, oltre che diverse pattuglie dei Carabinieri, anche quelle della Guardia di Finanza, della Polizia Locale e la Polizia Provinciale. Undici le persone identificate e denunciate

Un picnic in cortile con tanto di carne alla brace e vinello fresco. In barba all'emergenza Coronavirus e in barba ad un decreto Legge varato in maniera del tutto straordinaria qualche giorno fa. A porre fine alla 'scampagnata cittadina' di un nutrito gruppo di persone residenti in via Garigliano a Cassino, nel sud della provincia di Frosinone, sono stati i Carabinieri. In ausilio sono arrivate pattuglie della Guardia di Finanza, della Polizia Locale e di quella Provinciale. Undici le persone identificate e denunciate per aver trasgredito alla direttiva di Governo che impone di restare a casa e vieta riunioni e incontri pubblici. Gli altri partecipanti approfittando del caos sono riusciti a fuggire.

Aggiornamento delle 16.30

Mentre vi scriviamo nello stesso cortile dove si è svolta la 'scampagnata' è scoppiata una rissa tra condomini. Le forze dell'ordine hanno riportato la calma e sul posto sono arrivati oltre che il capitano dei carabinieri Ivan Mastromanno ed il tenente Massimo Di Mario anche il vice questore Raffaele Mascia, dirigente del commissariato di Cassino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, carne alla brace e picnic in cortile, scoppia il panico e finisce a cazzotti (video)

FrosinoneToday è in caricamento