Cassino, voto di scambio: i 5 stelle chiedono le dimissioni del sindaco

Il Movimento analizza la situazione che si sarebbe venuta a creare e paventa la messa in discussione della Giunta capeggiata da Enzo Salera

L'indagine sul presunto voto di scambio che vede nel mirino della Procura di Cassino un consigliere comunale di maggioranza ed un imprenditore, ha portato i componenti del Movimento 5 Stelle di Cassino, autori di un esposto alla magistratura, a riflettere sulle ripercussioni anche politiche che l'inchiesta potrebbe avere sulla città. Per questo abbiamo ricevuto e pubblichiamo per intero questo documento.

La lettera

Caro Direttore, il rispetto dei cittadini ed il rispetto delle regole sin dall'inizio sembrano non essere una priorità. Le numerose inchieste dove vengono indicati i nomi di consiglieri comunali e di persone decisive per l'esito dell'ultima campagna elettorale, mettono in discussione la legittimazione di tutta l'amministrazione. Una amministrazione che a cominciare dal sindaco non ritiene né di costituirsi parte civile, perlomeno a difesa di una immagine già abbastanza compromessa della città, né si preoccupa di tranquillizzare la cittadinanza facendo un minimo di chiarezza, prendendo le distanze o definendo meglio la propria posizione sulla vicenda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda l'aspetto politico, avendo mancato il raggiungimento dell'obiettivo minimo alle scorse elezioni comunali che ci avrebbe consentito, con una manciata di voti in più, di avere almeno un consigliere comunale, stiamo seguendo con molta attenzione l'evolversi di questa gravosa situazione. Chi ci assicura che, una volta accertata la pratica, al momento presunta del voto di scambio, sarebbero stati proprio quelli i voti a mancarci? A noi sono mancati i voti ed ai cittadini mancano rassicurazioni e chiarimenti che non arrivano da nessuno, né dal sindaco, né dalle persone coinvolte, né dai vertici del partito democratico, è lecito chiedersi, come mai?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento