Detenuto si dà fuoco e ferisce l'agente che lo soccorre

L'uomo si è scagliato contro il personale del carcere di Frosinone causando la frattura del setto nasale ad un assistente e varie contusioni ad altre tre unità

Ancora un episodio di cronaca è avvenuto nel carcere di Frosinone. A darne notizia è il segretario generale aggiunto Cisl FNS Lazio Massimo Costantino. Secondo quando riportato in una nota, quest'oggi "un detenuto si è barricano nella stanza detentiva e si sarebbe dato fuoco. Per evitare il peggio il personale di Polizia Penitenziaria, alcuni di essi richiamati in servizio dal turno notturno, ha dovuto tagliare la serratura della stanza con il frullino oltre a spegnere l'incendio causato dallo stesso detenuto. Quest'ultimo si è scagliato conro il personale causando la frattura del setto nasale ad un assistente e varie contusioni ad altre tre unità. 

Qualche giorno fa la protesta dei sindacati

"Solo una settimana fa - ricorda Costantino - tutte le sigle sindacali avevano manifestato davanti al carcere per segnalare varie criticità tra cui la grave carenza di personale e le continue aggressioni a danno del personale di Polizia penitenziaria. Ad oggi le aggressioni salgono a tre". Nel frattempo la polizia penitenziaria nelle sale colloqui ha fermato la moglie di un ristretto con 24 gr di droga, l'uomo invece è stato trovato in possesso di due telefoni cellulari nascosti.  Per la Fns Cisl Lazio occorre più personale poiché in queste condizioni è impensabile poter andare avanti,  il personale si sente abbandonato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 25 giugno l'incontro con il Provveditore

Su questi temi ricordiamo è intervenuto il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli che ha chiesto un incontro al Provveditore "Lazio-Abruzzo-Molise" del ministero di Giustizia per vagliare le opportune soluzioni al problema. Un incontro che si terrà il prossimo 25 giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro su Via Casilina tra bus e Fiat 500, muore Fabrizio Cibba (foto)

  • Il messaggio che mette paura: “attenzione, c’è una grossa Anaconda nel fiume”

  • Coronavirus, il giudice di Pace di Frosinone annulla le multe emesse durante la quarantena

  • La palpeggia e, dopo il "no", le spacca il setto nasale e va al bar: arrestato 44enne marocchino

  • Coronavirus, a Valmontone torna la paura? Un nuovo caso di positività ed il sindaco parla di notizia preoccupante

  • Anagni, un boato e poi le fiamme invadono l'ex Polveriera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento