rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
La polizia sta ora accertando se possa essere stato un incidente o un gesto volontario / Veroli

Travolto ed ucciso dalla Metro a Roma, la vittima è un uomo ciociaro

La tragedia nella giornata di mercoledì nei pressi della fermata Circo Massimo, lungo la linea B. Inutile ogni tentativo di frenata da parte del macchinista. Il racconto shock dei testimoni

E' originario di Veroli, in provincia di Frosinone, S.F. l'uomo deceduto ieri mattina a Roma dopo essere stato travolto da un treno della Metro B. La tragedia è avvenuta alle 8:40 a Circo Massimo. Sul posto i vigili del fuoco, la polizia di Stato ed il personale medico del 118 che non ha potuto fare altro che appurare il decesso della vittima. Al momento non è chiaro se si sia trattato di un incidente o di un gesto volontario. 

Il macchinista dell'Atac, ascoltato dalla polizia subito dopo i fatti, ha raccontato di aver visto un uomo lanciarsi sui binari e di aver provato una frenata d'emergenza. Una testimonianza, in parte confermata da chi era lì.

"Stavo sul treno ad un certo punto il treno ha suonato forte, poi abbiamo sentito una frenata brusca e si è sentito un sobbalzo, doppio", ha raccontato Patrizio a RomaToday. I vigili del fuoco hanno iniziato a lavorare per recuperare la vittima rimasta incastrata sotto la motrice, dalle 9:30 circa. Acquisiti i filmati della videosorveglianza della fermata metro. 

Atac, per permettere i rilievi della polizia Scientifica, ha bloccato la Metro B attivando il servizio bus tra Basilica San Paolo e Castro Pretorio in entrambi i sensi di marcia, con le navette prese d'assalto dai pendolari. La tratta, interrotta fino alle 12:45, ha poi ripreso il normale percorso una volta ultimate le operazioni delle forze dell'ordine e dei vigili del fuoco.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto ed ucciso dalla Metro a Roma, la vittima è un uomo ciociaro

FrosinoneToday è in caricamento