Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Omicidio Willy Monteiro, il processo in Corte d'Assise si svolgerà a porte chiuse

Lo ha deciso il presidente del collegio penale Francesco Mancini. La misura si è resa necessaria per contenere l'enorme affluenza di giornalisti e videomaker che presenzieranno alla prima udienza a carico dei quattro giovani accusati di aver ucciso di botte il 21enne di Paliano

Il processo a carico dei quattro aggressori di Willy Monteiro si svolgerà a porte chiuse. La prima udienza in Corte d'Assise fissata per il 10 giugno si terrà presso il tribunale di Frosinone. A disporre una misura tanto rigida ma necessaria è stato il presidente del collegio penale Francesco Mancini. La rilevanza mediatica del caso e l'impatto umano e sociale dell'evento richiameranno nel palazzo di Giustizia di via Calvosa, decine di giornalisti e videomaker e questo andrebbe a provocare serie difficoltà per il rispetto delle norme anticovid.

In aula solo i genitori di Willy

Per questo motivo l'accesso all'aula sarà riservato solo ed esclusivamente oltre che ai componenti della giuria popolare e gli addetti ai lavori anche ai familiari del ragazzo assassinato lo scorso settembre a Colleferro ed a coloro che dovranno costituirsi parte civile. 

Il processo avrà inizio a carico dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi, difesi dall’avvocato Massimiliano Pica, Mario Pincarelli difeso dall’avvocato Loredana Mazzenga e Francesco Belleggia, difeso dall’avvocato Vito Perugini. Belleggia è l'unico che si trova agli arresti domiciliari nella sua casa di Artena. Il tribunale ha anche ammesso come parte civile Armando Do Nascimendo Monteiro (padre), Maria Lucia Duarte (madre) e Milena (sorella) di Willy che invece saranno rappresentati dall’avvocato Domenico Marzi per il quale ha assunto gli oneri la Regione Lazio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Willy Monteiro, il processo in Corte d'Assise si svolgerà a porte chiuse

FrosinoneToday è in caricamento