Cronaca Cassino

Indagine Cosilam, Francesco De Angelis interrogato dal magistrato

L'ex europarlamentare e consigliere regione dal Partito Democratico è stato ascoltato per ore dal titolare della delicata inchiesta, il sostituto procuratore Alfredo Mattei e dagli investigatori della Guardia di Finanza di Cassino

Interrogato per ore sulla vicenda Cosilam. L'ex europarlamentare ed ex consigliere regionale del Partito Democratico, Francesco De Angelis, è stato sentito in qualità di persona informata sui fatti e quindi non da indagato sulla maxi inchiesta relativa alla nomina del direttore generale del Consorzio Industriale del Lazio Meridionale. Un confronto durato ore e che sarebbe servito a chiarire alcuni aspetti dell'iter di nomina e se siano state commesse eventuali anomalie. 

L'acquisizione dei documenti

Gli investigatori della Guardia di Finanza di Cassino unitamente alla Polizia di Stato ed il magistrato titolare dell'inchiesta, il sostituto procuratore Alfredo Mattei, da oramai un mese stanno procedendo a passo spedito. Si è iniziati con l'acquisizione documenti inerenti l'iter di nomina e poi con l'iscrizione nel registro degli indagati, a vario titolo, del presidente del Consorzio, Mario Abbruzzese, del direttore Annalisa D'Aguanno, del vice presidente Francesco Mosillo, dell'ex presidente Pietro Zola e di un componente del CDA, Umberto Satini. Nelle scorse settimane la Procura ha disposto il sequestro dei telefoni cellulari di tutti e cinque gli indagati. L'unico fino a questo momento a tornare in possesso del telefono è stato l'ex presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine Cosilam, Francesco De Angelis interrogato dal magistrato

FrosinoneToday è in caricamento