rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Cassino

Stellantis/FCa, licenziato l'operaio di Cassino e sindacalista Delio Fantasia

A rendere noti i fatti è stata una nota inviata dal direttivo Flmu-Cub nazionale: "Non ci lasceremo intimidire"

Un operaio e sindacalista della Flmu-Cub è stato licenziato per motivi disciplinari oggi dalla direzione dello stabilimento Fca/Stellantis di Cassino (Frosinone): né dà notizia il sindacato, a Milano dove si trova la sede centrale, che parla di "illegittimità e strumentalità" del provvedimento.

Il lavoratore, Delio Fantasia, è un dirigente sindacale e in particolare il segretario della Flmu-Cub della fabbrica di Cassino. "Da sempre Fantasia si batte contro il peggioramento delle condizioni di lavoro e salariali in fabbrica e, più in generale, nel nostro Paese - afferma la Cub -. Le motivazioni come sempre sono pretestuose, ma la realtà è chiara a tutti: è un lavoratore che si batte e non lascia mano libera a Stellantis mentre vuole peggiorare le condizioni, i carichi e gli orari di lavoro, si attiva per gestire gli 'esuberi strutturali', chiude interi reparti e opera tanti altri interventi che colpiscono i dipendenti".

La segreteria nazionale della Cub invita la dirigenza della Fca/Stellantis "a ritornare sui suoi passi: la decisione inaccettabile di licenziare un operaio e dirigente sindacale, punto di riferimento dei lavoratori è un atto che testimonia la volontà di allontanare una voce critica e di 'spianare' qualunque tipo di libertà sindacale in fabbrica a Cassino. È evidente che la Flmu-Cub e l'intera Cub non si lasceranno intimidire".

La solidarietà del partito della rifondazione comunista

"Come Federazione di Frosinone del Partito della Rifondazione Comunista-SE esprimiamo pieno sostegno e solidarietà al lavoratore e attivista sindacale, Delio Fantasia, segretario provinciale del Cub del sito produttivo di Cassino Fca/Stellantis che si è visto comminare dall'azienda il provvedimento disciplinare del licenziamento.

Azioni di limitazione e rappresaglia nei confronti di rappresentanti sindacali che si battono quotidianamente per la difesa dei diritti dei lavoratori sono inaccettabili. Stellantis, sta già attuando internamente modifiche peggiorative delle condizioni di lavoro, come l'aumento dei carichi di lavoro, trasferte obbligatorie e chiusura di interi reparti di produzione, e, colpire un rappresentante sindacale che promuove vertenze e

lotte all'interno del proprio luogo di lavoro per rivendicare i propri diritti e quelli di tutti gli altri operai è inammissibile. Solo qualche giorno fa l'AD del gruppo, Tavares, chiedeva ulteriori incentivi senza prospettive, altrimenti "minacciava" neanche tanto velatamente un progressivo smantellamento degli stabilimenti italiani già dentro una profonda crisi. L'uso massiccio della cassa integrazione, lavoratori spinti all'uscita e mancanza di certezze sul piano industriale ne sono la dimostrazione evidente.

IL Prc-Se Frosinone chiede e auspica una piena unità politica e sindacale per fare emergere a tutti i livelli istituzionali l'ennesimo atto di ingiustizia che cade all'interno del mondo del lavoro e quindi nel paese tutto".

   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stellantis/FCa, licenziato l'operaio di Cassino e sindacalista Delio Fantasia

FrosinoneToday è in caricamento