Roma Cassino

Regione Lazio, Abbruzzese (FI): presentata interrogazione su riutilizzo farmaci e smaltimento rifiuti speciali ospedalieri"

"Nei giorni scorsi ho presentato un'interrogazione al presidente della giunta Regionale, Nicola Zingaretti per sapere: se è prassi comune, presso l’Ospedale Santa Scolastica di Cassino (FR),

"Nei giorni scorsi ho presentato un'interrogazione al presidente della giunta Regionale, Nicola Zingaretti per sapere: se è prassi comune, presso l'Ospedale Santa Scolastica di Cassino (FR), non provvedere al riutilizzo dei farmaci integri e riutilizzabili; quali sono le procedure in uso, presso la predetta struttura sanitaria, per lo smaltimento dei rifiuti speciali ospedalieri; se e quali provvedimenti intende assumere, per chiarire quanto accaduto presso l'Ospedale Santa Scolastica di Cassino". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, vice presidente della Commissione Sviluppo economico, Lavoro e PMI.

"L'interrogazione sopra menzionata nasce da un episodio accaduto presso il nosocomio della città martire. Un paziente residente nella a Cassino, purtroppo deceduto, dopo essere stato ricoverato in ospedale e dopo aver ottenuto uno specifico piano terapeutico per combattere la scarsa produzione di globuli rossi, utilizzava, a spese del SSN il farmaco Anaresp 100 mg (700 euro alla confezione). Dopo il decesso, i familiari, ancora in possesso di 2 confezioni assolutamente integre del farmaco, con grande senso civico, invece di gettarle, si sono rivolti presso l'Ospedale Santa Scolastica di Cassino, per restituire i 2 flaconi inutilizzati, che potevano essere usati per altro paziente, quindi con un risparmio per le casse del SSN di 1.400,00 euro.

Il personale della Farmacia del nosocomio interpellato, sia dai familiari del malato deceduto, sia da un rappresentante di una locale Associazione onlus, si è sostanzialmente rifiutato di prendere in consegna il suddetto medicinale, rispondendo che poteva essere smaltito dagli stessi familiari.

In un momento in cui, il debito sanitario pesa come un macigno sulle casse della Regione Lazio, tanto da indurre l'Amministrazione Regionale ad innalzare le aliquote dei tributi per cercare di rientrare dal deficit, le 2 confezioni di Anaresp 100, rappresentano comunque un costo, ancorchè marginale, per la collettività, che poteva essere evitato.

Comunque se anche le confezioni non potevano essere riutilizzate, è una competenza della suddetta struttura sanitaria provvedere allo smaltimento, adottando tutte le cautele utilizzate per i rifiuti ospedalieri speciali". Ha concluso Abbruzzese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Lazio, Abbruzzese (FI): presentata interrogazione su riutilizzo farmaci e smaltimento rifiuti speciali ospedalieri"

FrosinoneToday è in caricamento