Roma

Serrone, incontro in Comune sul futuro dell'agricoltura. Il direttore dell'area decentrata della Regione Lazio a confronto con Togneri e Nucheli sul Psr

E’ stato un incontro molto utile, e proficuo, per il futuro sviluppo di Serrone anche in ottica agricola quello che ha visto il sindaco Natale Nucheli accogliere, insieme agli assessori Emiliano Campoli e Bruno Pagliaro,

E' stato un incontro molto utile, e proficuo, per il futuro sviluppo di Serrone anche in ottica agricola quello che ha visto il sindaco Natale Nucheli accogliere, insieme agli assessori Emiliano Campoli e Bruno Pagliaro,il presidente della Cia di Frosinone, Ettore Togneri, e il dottor Massimo Luciano, direttore dell'area decentrata agricoltura della Regione Lazio, per discutere delle prospettive che può avere Serrone in termini di progettualità per i prossimi programmi comunitari del Piano di sviluppo rurale (Psr). Un'occasione importante per comprendere in che modo leggere i bandi, ed interpretarli, al fine di presentare progetti che possano soddisfare i requisiti richiesti ed avere così migliori chance di finanziamento.

"E' un momento storico particolare di difficoltà - ha commentato Togneri - sappiamo che la gente, anche nell'agricoltura, ha voglia di fare ed ha bisogno degli strumenti migliori. Questo incontro pone le condizioni affinché la politica abbia gli strumenti e le conoscenze per operare al meglio. Ora non resta che passare al''azione e dare le risposte di cui questo territorio ha bisogno".

"Ringrazio il dottor Luciano - ha aggiunto il sindaco - per essere venuto anche a Serrone a conoscere da vicino le nostre realtà e per darci dei consigli molto utili su strumenti comunitari apparentemente complessi che offrono però grandi opportunità per i comuni. Un grazie speciale anche a Togneri, che è da sempre vicino a Serrone e ci aiuta in tutto ciò che riguarda lo sviluppo delle nostre aziende agricole".

"E' un passo avanti - aggiunge il delegato all'agricoltura Emiliano Campoli - nella direzione della salvaguardia del patrimonio rurale e ambientale di Serrone. Abbiamo già preso dei finanziamenti specifici al riguardo, anche per la viabilità rurale, e dobbiamo sempre essere attenti e pronti a cogliere le occasioni che l'Europa ci offre".

Anche perché mai come in questo momento l'Agricoltura mostra essere un'economia trainante dell'economia Italiana. Infatti, i dati che emergono in tutti i settori danno una forte crescita, che però da sola non basta a far crescre il Pil nazionale.

Il panorama che emerge dall' Istat riguardo l'agricoltura e la zootecnia in Italia è il seguente:

Crescono gli agriturismi e calano le aziende agricole, la distribuzione dei prodotti fitosanitari distribuiti per la protezione delle coltivazioni agricole calano del 5,7%

I prodotti di qualità DOP, IGP e STG ; l'Italia si conferma primo Paese europeo per i prodotti alimentari di qualità DOP, IGP e STG

I prezzi dei prodotti agricoli l'indice dei prezzi dei prodotti venduti dagli agricoltori aumenta del 9,9% in un anno.

Circa il 99% delle aziende agricole fa ricorso a manodopera familiare, Il 30,7% dei capi azienda è di sesso femminile.

Sono 233 mila i lavoratori stranieri impiegati nelle aziende agricole italiane, di cui il 57,7% proviene da Paesi dell'Unione Europea, mentre il 42,3% da Paesi extra Ue.

Il primato della produzione biologica va al Mezzogiorno, dove si trova il 63% delle aziende impegnato in questo tipo di attività.

M.D.C.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serrone, incontro in Comune sul futuro dell'agricoltura. Il direttore dell'area decentrata della Regione Lazio a confronto con Togneri e Nucheli sul Psr

FrosinoneToday è in caricamento