SAF, assunzioni fittizie e truffa aggravata ai danni dello Stato: quattro indagati eccellenti

Nel mirino della Procura di Cassino e degli investigatori Guardia di Finanza del Nucleo di Polizia economico finanziaria sono finiti anche presidente pro tempore Mauro Vicano, Laura Materiale, ex sindaco di Castrocielo e l'assessore al Comune di Frosinone Pasquale Cirillo

Abuso d'ufficio, truffa aggravata ai danni dello Stato per consulenze fittizie e assenza sul posto di lavoro. Questi i reati che la Procura di Cassino ha contestato a quattro persone. A finire nel mirino degli investigatori del Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Frosinone sono stati Mauro Vicano, Antonio Risi, Pasquale Cirillo e Laura Materiale, avvocato ed ex sindaco di Castrocielo. Le indagini finalizzate, all’accertamento della corretta gestione della Società Ambiente Frosinone S.p.a. (SAF), società a totale partecipazione pubblica, operante nella Provincia di Frosinone nel settore della raccolta, trattamento, smaltimento dei rifiuti solidi urbani, si sono concluse con la notifica di quattro altrettanti avvisi di conclusione delle indagini preliminari, nei confronti del Presidente pro tempore, Vicano, del consigliere Risi e dei dipendenti e legali, Pasquale Cirlllo (assessore al Patrimonio e Governance al comune di Frosinone e genero dell'ex europarlamentare Alfredo Pallone) e Laura Materiale, ipotizzando a vario titolo i reati di abuso d’ufficio e truffa aggravata.

Illecite assunzioni

Le investigazioni, coordinate dal sostituto procuratore Emanuele De Franco, sono state rivolte in particolare alla verifica delle procedure di assunzione del personale e di affidamento degli incarichi per l’effettuazione di consulenze. Il personale Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone diretto dal colonnello Alessandro Gallozzi e coordinato dal tenente colonnello Claudio Gnoni, ha proceduto ad acquisire ed esaminare una copiosa documentazione che ha consentito di ricostruire, anche attraverso numerosi interrogatori, i principali aspetti gestionali relativamente al periodo 2014-2017.
"In particolare, le indagini hanno consentito di accertare che il Presidente pro tempore, Vicano Mauro, ha illecitamente permesso l’assunzione diretta, quali dipendenti presso la SAF, degli avvocati, Laura Materiale e Pasquale Cirillo, in violazione della normativa vigente che sancisce l’accesso nella Pubblica Amministrazione esclusivamente mediante procedure selettive con evidenza pubblica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ingiusto profitto

"In tale ambito, è emerso che i predetti legali hanno, altresì, conseguito un ingiusto profitto - scrive la Guardia di Finanza -, adottando artifizi e raggiri per giustificare la loro assenza dal lavoro. Inoltre, si è rilevato, che il predetto Presidente Vicano, in diverse circostanze, ha affidato incarichi professionali, ovvero ha accettato proposte di consulenze in via diretta, in violazione delle norme che impongono alle società a partecipazione pubblica di rispettare i principi, anche di derivazione europea, di trasparenza, pubblicità, imparzialità e pari opportunità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento