Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Sora, ancora nessuna data per i funerali di Tonino Cianfarani. Sul web si scatena la rabbia

Con molta probabilità il rito funebre dell'uomo condannato per l'omicidio di Samanta Fava, si svolgerà in forma privata. Ecco come è stata appresa la notizia della sua morte

Nessun manifesto funebre che riporta il nome di Tonino Cianfarani è stato affisso questa mattina a Sora. All'indomani della morte dell'uomo condannato a 25 anni per l'omicidio di Samanta Fava non si conosce la data dei funerali che forse non verrà rivelata. Con tutta probabilità il rito verrà celebrato in forma privata, solo per la famiglia dell'ex muratore. La notizia del suo decesso avvenuto dopo una lunga malattia che lo aveva portato a scontare la pena agli arresti domiciliari, si è diffusa nel giro di pochissimo dando il via ad una serie di commenti cruenti nei suoi confronti.

Sora non dimentica

La cittadinanza ben ricorda il femminicidio commesso nel 2012, ricorda la crudeltà con la quale Tonino Cianfarani si scagliò contro Samanta, ricorda la scomparsa della 37enne, sparita nel nulla, le ricerche, la disperata richiesta di aiuto anche alla trasmissione "Chi l'ha visto?" e il ritrovamento del corpo avvenuto un anno dopo, murato, chiuso in sacco nero, in un'abitazione di Fontechiari di proprietà di Cianfarani.

I commenti sul web

Sora non dimentica, non potrà mai perdonare, e ora la sua morte è stata interpretata come una "giustizia divina" dai tanti sorani che si sono riversati sul web per esprimere il proprio pensiero. Commenti duri e a volte violenti dettati dalla rabbia per quanto accaduto. "Dio vede e provvede", "Il karma", è il pensiero condiviso da molti, anche se la sua morte di certo non riporterà in vita Samanta, nè farà sparire il dolore dal cuore dei suoi familiari. 

Ed anche in questa giornata è inevitabile non pensare a Serena, Adriana, Gilberta e Chiara

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sora, ancora nessuna data per i funerali di Tonino Cianfarani. Sul web si scatena la rabbia

FrosinoneToday è in caricamento