rotate-mobile
La denuncia / Patrica

Valle del Sacco, Fare Verde e i cittadini uniti in una protesta: 'Si muore d'inquinamento'

Una marcia silenziosa per dire 'no' ad altri impianti di raccolta rifiuti nell'area SIN

Fare Verde Provincia di Frosinone e Fare Verde Patrica in piena collaborazione con i volontari delle associazioni 'Ceccano 20302023', 'l’Avamposto della Valle del Sacco', del comitato La Rinascita, dei Medici dell’Ambiente e di Terra Nostra hanno denunciato la presenza di una quantità esagerata di rifiuti di ogni tipo sul territorio del comune di Patrica di fronte all’ex impianto EX Siporex nell’area ASI.

Fare Verde Provincia di Frosinone non ha potuto fare a meno di sottolineare che “pensano di realizzare nuovi impianti insalubri nell’area ma nessuno riesce a vedere l'enorme quantità di rifiuti di ogni genere che è presente nell’areale. Di certo Patrica ha già pagato un prezzo esagerato con il Sito SIN della Valle del Sacco e pur essendo un territorio compromesso non può essere considerato sacrificabile" sottolinea Marco Belli, referente provinciale di Fare Verde. "Vogliono conferire 100.000 tonnellate di rifiuti, frazione umida, per produrre il gas, ma non si riesce a capire da dove provengono questi rifiuti visto che tutti gli abitanti della provincia di Frosinone ne producono appena 35.000 tonnellate e sono già previsti altri biodi gestori ad Anagni, Frosinone, Ferentino e Cassino con i tanti comuni che si sono dotati di compostiere di prossimità o hanno in corso progetti di compostaggio domestico - conclude -. Risulta chiaro anche a chi non vede o non vuole vedere che i rifiuti necessari per un eco mostro del genere dovranno essere di provenienza aliena al territorio provinciale".

Teresa Petricca dell’associazione Medici di Famiglia ha sottolineato "quanto possa essere grave l’inquinamento dell’aria nell’areale Frosinone, Ceccano, Patrica e Supino. Le polveri sottili che noi tutti respiriamo, compreso i politici locali, sono estremamente dannose per la salute della popolazione". La dottoressa Petricca ha annunciato che i Medici di Famiglia darà vita a un accertamento sanitario su 200 residenti nell’area dove dovrà sorgere un altro biodi gestore, a Frosinone, per avere una mappatura dello stato di salute della popolazione. 

Anche don Sergio, parroco di Supino, ha fatto sentire la voce dell’Autorità Morale ricordando le tante promesse ricevute per la bonifica e mai mantenute. Sandro dell’Avamposto della Valle del Sacco ha sottolineato la distruzione del settore agricolo di Supino e Patrica a causa dell’inquinamento mettendo in risalto che i contadini sono vittime incolpevoli di quanto è accaduto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valle del Sacco, Fare Verde e i cittadini uniti in una protesta: 'Si muore d'inquinamento'

FrosinoneToday è in caricamento