rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Economia

Agriturismi, fattorie didattiche: al via il bando da 12 milioni di euro per trasformare le aziende agricole

Si potranno ottenere contributi fino a 200 mila euro

Il settore agricolo deve cambiare, evolversi e diversificarsi per poter sopravvivere alle sfide del futuro. È questa la sintesi degli obiettivi del bando pubblico, pubblicata dalla Regione Lazio, per lo sviluppo delle aziende agricole e delle imprese. 12 milioni di euro stanziati per diversificare le attività di contadini e allevatori per rendere le loro attività maggiormente redditizie e, quindi, più sostenibili economicamente. Alla normale attività agricola, quindi, ci sarà la possibilità di affiancare altre attività alla natura, al commercio e al turismo.

Diversificazione dei redditi

Nel bando si spiega che l’obiettivo è quello di incentivare le aziende agricole a diversificare i propri redditi. Senza mettere da parte le attività tradizionali, si potranno presentare progetti per sviluppare, ad esempio, attività agrituristiche, quindi investire in alloggi per i turisti, nella somministrazione di pasti e bevande, nella degustazione di prodotti tipici fino ad arrivare a cercare accordi con gli enti locali per organizzare attività ricreative, culturali e didattiche. Potranno partecipare al bando anche le imprese agricole che vogliono vendere direttamente i loro prodotti al pubblico, migliorando quindi la loro commercializzazione.

Attività multifunzionali

Tra gli interventi ammessi ci sono anche quelli che prevedono investimenti per l’accoglienza, in particolare per “l’educazione”. Da qui l’idea di finanziare chi vuole trasformare parte della propria azienda in una “fattoria didattica”, strumento del quale si stanno dotando sempre più imprenditori del settore.

Previsti investimenti anche per le attività enoturistiche. Si tratta, quindi, di organizzare visite guidate all’interno dei vigneti delle aziende che producono vino, comprese le cantine, le aree dove ci sono i macchinari per la raccolta e la trasformazione dell’uva, fino a creare veri e propri musei del vino. stesso discorso anche per le attività di olioturismo per far conoscere meglio l’olio d’oliva, uno dei prodotti più famosi del Lazio.

Investimenti, infine, anche per attività ricreative, culturali, sportive, escursionistiche e di ippoturismo che si potranno svolgere anche fuori dalle aree delle aziende, purchè vengano fatte delle convenzioni con gli enti locali.

Termini e scadenze

Come detto, per questo bando sono stati stanziati 12 milioni di euro. Il contributo potrà coprire il 40% delle spese complessive previste dal progetto, fino ad un massimo di 200 mila per ogni domanda che dovrà essere presentata entro e non oltre l’11 settembre. Una volta ottenuto il contributo, le aziende vincitrici avranno tempo fino al 31 luglio 2025 per completare tutti i lavori previsti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agriturismi, fattorie didattiche: al via il bando da 12 milioni di euro per trasformare le aziende agricole

FrosinoneToday è in caricamento