Frosinone,  Unindustria:  Valle del Sacco chiarita la normativa di riferimento subito un progetto di sviluppo

Con l’annullamento del declassamento da Sin a Sir per la Valle del Sacco, il quadro di riferimento ora è definito, salvo esiti contrari dell’eventuale ricorso del Ministero dell’Ambiente al Consiglio di Stato. 

Davide Papa

Con l’annullamento del declassamento da Sin a Sir per la Valle del Sacco, il quadro di riferimento ora è definito, salvo esiti contrari dell’eventuale ricorso del Ministero dell’Ambiente al Consiglio di Stato.

A proposito Unindustria continua però a ribadire, sottolinea Davide Papa, Vice Presidente dell’Associazione e Presidente del relativo Comitato Ambiente – “L’auspicio più stringente è quello di giungere in tempi brevi, in termini di policy, ad un progetto di valorizzazione di ampio respiro capace di disegnare una cornice e una prospettiva di rilancio della Valle per l’immediato subito un progetto di valorizzazione”

Solo così – continua Papa - “si potrà tendere ad un territorio capace di avviare un nuovo ciclo di rilancio fondato soprattutto su una economia strutturata e fondata sulla salvaguardia ambientale, sulla green economy le cui progettualità sottostanti potranno, con ragionevole certezza, far perseguire l’obiettivo di competitività del sistema produttivo esistente, scongiurando così effetti di allontanamento degli stessi nonché l’obiettivo di attrarre nuove iniziative di sviluppo. Il sistema delle imprese di Unindustria, peraltro, ha già le idee chiare e più volte esplicitate delle possibili progettualità ed iniziative da prevedere.

Nel contempo si intende sottolineare nuovamente l’importanza strategica di adeguate infrastrutture di servizio, nonché di una indispensabile semplificazione e trasparenza dei procedimenti autorizzativi soprattutto in materia ambientale: è infatti imprescindibile creare i presupposti per consentire ad un sistema industriale di fare prevenzione facendo sviluppo e sviluppo facendo prevenzione, nella consapevolezza che questa sia l’unica strada per evitare di perdere importanti occasioni di sviluppo, sia industriali sia occupazionali, nell’interesse di tutto l’area”.

“Gli sforzi del mondo produttivo - conclude Papa – infatti, devono essere accompagnati e sostenuti da un quadro di regole chiaro e definito, che consenta agli investitori presenti e futuri di poter pianificare consapevolmente le politiche di sviluppo nel breve, medio e lungo periodo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ben venga, infine, il sostegno finanziario che nuovamente sta prendendo corpo nell’ambito della programmazione Por Fers 2014-2020 per le attività di riqualificazione dell’area”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento