Cassino, il Cosilam ha approvato il Bilancio triennale

Si prevedono investimenti per infrastrutture per circa 80 milioni di euro

L’Assemblea Generale dei Soci del Cosilam ha approvato oggi pomeriggio il bilancio di previsione 2018, il piano triennale delle opere pubbliche e il piano triennale delle attività e dei servizi. Tre strumenti indispensabili che tracciano la rotta del prossimo triennio del Consorzio.

Il Presidente Pietro Zola ha sottolineato la necessità di “incrementare i ricavi e, proprio su questo, io, il Consiglio di Amministrazione e il Direttore Generale stiamo lavorando per fare in modo di dar vita a nuovi servizi per le imprese che rappresentino un valore aggiunto e un ulteriore introito per l’Ente. In tal senso stiamo lavorando sulle Apea (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate) che rappresentano il vero futuro per molte aziende. Un acronimo che significa un modello di innovazione per le imprese che potranno contare su aiuti significativi per le proprie attività. E in questo campo siamo stati i precursori essendo il primo consorzio industriale della regione Lazio a essersi impegnato su tale progettualità”.

Piano Triennale per investimenti

Particolarmente importante anche il Piano triennale delle opere pubbliche che prevede investimenti, nel triennio, per oltre ottanta milioni di euro con lavori infrastrutturali in tutte le zone dell’area Cosilam

Rapporti con i sindaci

“Il piano rappresenta il raggiungimento massimo del nostro percorso di condivisione e apertura all’esterno intrapreso dal 2015 – ha aggiunto il Presidente Zola - Quando ci siamo insediati abbiamo trovato un Consorzio chiuso e poco propenso ad aprirsi sul territorio. Un Ente che non partecipava attivamente alla vita e alle attività del comprensorio. Abbiamo subito invertire la rotta intensificando la nostra presenza sul territorio. Oggi arriva l’ultimo tassello e, permettetemelo, quello più importante. L’elenco delle opere pubbliche inserite nel programma triennale è stato redatto anche con i Comuni soci che sono stati più e più volte sollecitati per capire le loro esigenze e sapere dove andare a intervenire. Perché i sindaci sono sempre in trincea, i primi a essere interpellati quando ci sono disservizi, i primi a dover rispondere dei problemi. Proprio loro conoscono le esigenze e le priorità. Ciò che ne è uscito è una road map che mette in evidenza un territorio altamente competitivo e che ha voglia di riscatto dopo anni in cui ha vissuto sotto una nube di pessimismo”.

Interventi sul personale

Rimarcata anche la difficile situazione economico-finanziaria in cui si trova il Consorzio che dovrà, per salvaguardare l’Ente, procedere con interventi sul personale che saranno debitamente concordati con le organizzazioni sindacali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento