rotate-mobile
La linea verde del Psi

Elezioni 2022, Iacovissi lancia Zemblaku e Nannini: “Che sia una città per giovani”

Nella lista del Psi Frosinone il 32enne vicesegretario e il 21enne segretario dei Giovani socialisti. Il candidato sindaco 39enne del Nuovo centrosinistra: “Politiche giovanili un passaggio obbligato”. Propongono l’assessorato

Il Nuovo centrosinistra di Frosinone, trainato dal Psi e di stampo riformista, ha rifiutato di scendere a patti con il Partito democratico e il resto del campo largo progressista. Non ha voluto sostenere la candidatura a sindaco del già primo cittadino Domenico Marzi bensì quella del vicesegretario nazionale del Partito socialista: Vincenzo Iacovissi, già a un passo dalla corsa alle scorse elezioni e in campo alle Amministrative 2022.

Tra le file del Psi, nella coalizione che include Più Europa e due civiche (Il Cambiamento e Lista Seneri), ci sono il vicesegretario cittadino Mateo Zemblaku (32 anni) e il segretario provinciale dei Giovani socialisti Jacopo Nannini (21 anni), che aveva già detto la sua sulle controverse Terrazze del Belvedere. Sostengono il 39enne impiegato statale, storico e costituzionalista.  

Zemblaku: “Progetto chiaro e candidato competente e giovane”

“La campagna elettorale è entrata nel vivo e francamente spiace vedere che si sia già alzato il livello dello scontro su questioni, anche risalenti negli anni, tra vecchio csx e il cdx - interviene l’avvocato Mateo Zemblaku - Evitando polemiche sterili e inutili, stiamo pensando solamente al futuro, senza fossilizzarci sul passato, a sostegno di un candidato giovane e preparato quale è Iacovissi, che rappresenta la vera novità e alternativa di questa tornata elettorale”.

“Abbiamo in mente una città che dia spazio ai giovani e risposte concrete alla fascia di popolazione più in difficoltà, per ricucire quello strappo resosi ormai troppo evidente nel tessuto sociale frusinate. Una città che guardi alla mobilità sostenibile e abbatta le barriere architettoniche. Soprattutto una città più europea e green, per contrastare l'inquinamento ambientale, attraverso la creazione di aree verdi attrezzate in ogni zona, comprese le aree per gli amici a quattro zampe”.

“Le aree verdi per le quali ci siamo già battuti con proposte concrete come il Bosco Grappella, lungo via Saragat (ex variante casilina) vero e proprio polmone green cittadino, oppure il parco sottostante i Piloni, fruibile facilmente dal Centro Storico ovvero ancora la mai realizzata opera di verde attrezzato attorno al laghetto di Maniano”.

“Il nostro è un progetto chiaro, che non rappresenta un libro dei sogni irrealizzabile, a sostegno di un candidato Sindaco competente e giovane come Vincenzo Iacovissi, il quale rappresenta l'unica alternativa per proiettare Frosinone verso il futuro: un futuro green”.

Iacovissi e Nannini: “Un assessorato alle politiche giovanili”

“La promozione delle politiche giovanili in città non è soltanto un punto essenziale del nostro programma, ma soprattutto il passaggio obbligato per evitare la fuga delle nuove generazioni da Frosinone. Per questo motivo poche settimane fa abbiamo proposto di ampliare l'offerta universitaria, per tutelare il diritto dei più giovani a studiare a Frosinone senza dover compiere sacrifici economici da fuorisede o troppo spesso rinunziare agli studi per ragioni finanziarie”. Così il candidato sindaco Vincenzo Iacovissi, tornando a ribadire l’impegno in favore di giovani e studenti nel capoluogo.

“Con lo stesso sguardo al futuro - dichiara Jacopo Nannini - riteniamo essenziale una reale svolta sulle politiche giovanili in città, dovendo bocciare con grave insufficienza l'Amministrazione Ottaviani su questa materia: assessorato assente, lentissimo su ogni minima progettualità e sprovvisto di fondi. Le scelte di bilancio di questa amministrazione negli anni hanno ben mostrato quale fosse la linea politica: un po’ di sensazionalismo come un assessorato ad hoc ma nessun orizzonte per le nuove generazioni oltre gli slogan”.

“Proponiamo un vero assessorato alle politiche giovanili - aggiunge Nannini – con chiare dotazioni economiche per coinvolgere i giovani nei processi decisionali, nel vivere gli spazi pubblici attraverso le associazioni spesso ignorate e poste ai margini della città. Un coinvolgimento che permetta la gestione da parte di realtà artistiche, culturali, associative del patrimonio pubblico della città che intendiamo recuperare con la nostra campagna 0 cemento. È necessario che la futura Giunta disponga di risorse da destinare al sostegno delle nuove generazioni non con un giovanilismo di facciata, ma con la promozione delle migliori energie giovani della città”.

“Possiamo dire senza remore - si aggancia, infine, Iacovissi - come le nuove generazioni siano al centro della nostra azione e non solo in questo momento elettorale, essendo stati i Socialisti, con la propria giovanile, una delle pochissime forze a credere fino alla fine alla realizzazione del Consiglio dei giovani, un importante organo di rappresentanza e partecipazione dei giovani alla cosa pubblica. Ecco perché lottiamo senza sosta per dare alle nuove generazioni una concreta opportunità di vivere e crescere nel capoluogo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, Iacovissi lancia Zemblaku e Nannini: “Che sia una città per giovani”

FrosinoneToday è in caricamento