Politica

Il Consiglio provinciale di Frosinone accoglie la mozione antiviolenza lanciata da Castro dei Volsci

All’antivigilia della ‘Giornata internazionale contro la violenza sulle donne’, tra le altre votazioni, si è registrata l’unanime adesione al progetto del comune ciociaro da parte di un’assise che ha appena accolto la terza 'quota rosa' Rossana Carnevale

Il Monumento alla Mamma Ciociara di Castro dei Volsci, simbolo antiviolenza

Oggi, lunedì 23 novembre, il Consiglio provinciale di Frosinone si è riunito per affrontare la discussione di ben dodici punti all’ordine del giorno. “Un Ente al passo con i tempi senza battute d'arresto nonostante il Covid”, ha evidenziato nell’occasione il presidente dell’amministrazione provinciale Antonio Pompeo.  

All’antivigilia della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, al netto delle altre votazioni, si è registrata l’adesione a una mozione antiviolenza lanciata dal comune di Castro dei Volsci.  A votarla all’unanimità, tra l’altro, un’assise provinciale in cui le quote rosa sono appena passate da due a tre, visti il subentro della vicesindaco di Pico Rossana Carnevale in luogo del dimissionario Gianluigi Ferretti e le già attive consigliere Alessandra Sardellitti e Stefania Furtivo.  

Proprio quest’ultima, a capo della Consulta delle Elette, ha promosso assieme al presidente dell’amministrazione provinciale Pompeo il progetto lanciato dal Consiglio comunale di Castro dei Volsci su proposta dell’assessore agli Affari Generali Roberto Peronti.  

Al contempo via libera anche alla costituente Consulta per le disabilità, che è stata fortemente voluta dal vicepresidente Luigi Vacana e ha già raccolto adesioni di associazioni, volontari e strutture.  Nel corso dell’odierno Consiglio, infine, sono stati approvati la nuova convenzione tra la Provincia e i Comuni per la Stazione unica appaltante, le invariate imposte provinciali e il bilancio consolidato 2019 con le società del gruppo “Amministrazione Pubblica”.  

L’ormai provinciale mozione antiviolenza 

D’ora in avanti, nello specifico, verrà attuata ogni azione a livello sociale, culturale e formativo volta al contrasto della violenza di genere, all’affermazione delle pari opportunità e dei diritti umani. L’obiettivo, nell’immediato, sarà quello di dotare ogni cittadina ciociara di una targa recante la dicitura “Comune contro ogni forma di violenza”.  

Di concerto con la Consulta delle Elette e la consigliera di parità provinciale Fiorenza Taricone, inoltre, verrà organizzata una giornata dedicata al Monumento alla Mamma Ciociara. Come già richiesto dallo stesso comune di Castro dei Volsci, si vorrebbe estendere l’iniziativa a livello regionale.    

Nuova Sua, imposte invariate e bilancio consolidato 

"La Stazione unica appaltante - comunicano da Palazzo Iacobucci - prevede l'istituzione di un 'ufficio consortile' all'interno del quale i Comuni diventano 'partner' della Provincia nell'espletamento delle gare. Una sorta di 'co-working' che consente di velocizzare la procedura attraverso il coinvolgimento diretto degli enti locali. Un processo di innovazione fortemente voluto dal presidente Pompeo, impegnato in un'azione di modernizzazione e velocizzazione del lavoro dell'Ente di piazza Gramsci, improntandolo sempre di più alla collaborazione con i Comuni del territorio". 

"Sul fronte delle imposte, invece, restano invariate anche per l'anno 2021 le tariffe su RC Auto (Imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile) e Ipt (Imposta provinciale di trascrizione) come anche l'addizionale provinciale Tarsu. Tra gli altri punti approvati nella seduta anche l'approvazione del Bilancio Consolidato relativo all'anno 2019 con le Società ricomprese nel perimetro di consolidamento del gruppo Amministrazione Pubblica della Provincia". 

Pompeo: “Una Provincia intesa come Casa dei Comuni” 

"In un momento in cui l'azione amministrativa deve essere concreta ed efficiente - ha sottolineato il presidente dell’amministrazione provinciale di Frosinone - la Provincia è impegnata a mettere in campo processi di velocizzazione e semplificazione che ne fanno un Ente sempre più al passo con i tempi. Le novità introdotte per la Stazione Unica Appaltante non solo ci consentono di adeguare lo strumento alle necessità sempre più impellenti dei Comuni, ma anche di coinvolgerli direttamente nell'ottica che ho sempre sostenuto e condivisa di Provincia intesa come Casa dei Comuni". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consiglio provinciale di Frosinone accoglie la mozione antiviolenza lanciata da Castro dei Volsci

FrosinoneToday è in caricamento