Politica

Paliano, gli accusati di vilipendio alla bandiera: “Un ricordo per il Natale di Roma”. E controquerelano Alfieri

Contro il sindaco ciociaro, che li ha denunciati per la “bandiera RSI” davanti al Monumento ai Caduti, Santucci e Schifalacqua: “Ha mischiato il povero Willy con bandiera e simbolo diversi”. La replica: “Non mi farò intimorire”

I tre denunciati di Paliano (Frosinone) per vilipendio alla bandiera

È ormai finita a carte bollate tra il sindaco di Paliano Domenico Alfieri e Gerardo Santucci e Antonello Schifalacqua. Si parla di due dei tre cittadini che mercoledì 21 aprile 2021 erano stati accusati di “vilipendio alla bandiera”, a partire dal sindaco e poi dal Pd provinciale di Frosinone, davanti al locale Monumento ai caduti delle due guerre mondiali.  

Ad Alfieri, che ha duramente stigmatizzato “le foto di alcuni individui all’interno del nostro Monumento ai Caduti con la bandiera della Repubblica sociale di Salò” per poi sporgere denuncia in Questura, replicano Santucci e Schifalacqua preannunciando anche loro le vie legali. 

Gli accusati: “Voleva essere un ricordo per il Natale di Natale”

Santucci e Schifalacqua si dicono “sorpresi, meravigliati ed amareggiati dalla sortita del sindaco”, soprattutto perché ha tirato in ballo Willy Monteiro Duarte. E, a loro volta, fanno presente di aver incaricato l'avvocato di fiducia Augusto Sinagra affinché proceda per le vie legali. In quanto, a detta loro, si trattava di un’uscita che “voleva essere solamente un ricordo per il Natale di Roma - sostengono - Tanto è vero che non hanno saputo neanche distinguere i simboli della bandiera”. La condivisione della loro foto, “poiché non autorizzata ed ha istigato falsamente la popolazione di Paliano - prospettano - porterà conseguenze penali”.

Alfieri: “Mai fatto intimorire, non accadrà neanche stavolta”

Alfieri, dopo aver appreso le intenzioni della controparte, ha postato in occasione della Festa della Liberazione che “nella mia vita non mi sono fatto mai intimorire da nessuno e non accadrà neanche questa volta, soprattutto questa volta”.

Il tutto dopo aver querelato i tre evidenziando che “siamo la comunità di Willy Monteiro Duarte - ha tenuto a precisare - Siamo una comunità che rifiuta l’odio e la discriminazione. Siamo una comunità storicamente ospitale, inclusiva e aperta che rifiuta la guerra e fa della Pace uno dei suoi principi. Siamo la comunità dei XVII Martiri e come comunità non possiamo tollerare alcuni gesti e non li accettiamo”.

Santucci-Schifalacqua: “Mischiato Willy per meri fatti politici"

“Siamo sorpresi e meravigliati dell’improvvida ‘uscita’ del Sindaco di Paliano - controbattono Santucci e Schifalacqua - che ha voluto mischiare il povero ragazzo Willy, al quale va il nostro deferente saluto e rispetto, con una bandiera e un simbolo completamente diversi, per meri fatti politici locali”.

“Stigmatizziamo questo assurdo comportamento, che non ha né capo né coda – aggiungono in conclusione - Non era nostra intenzione offendere nessun caduto o inneggiare vessilli riferiti alla Repubblica Sociale Italiana. Si sappia che sia il Santucci che il Schifalacqua hanno portato e portano con onore l’uniforme difendendo i colori del tricolore italiano, in patria e all’estero”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano, gli accusati di vilipendio alla bandiera: “Un ricordo per il Natale di Roma”. E controquerelano Alfieri

FrosinoneToday è in caricamento