Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Regione, sanità Abbruzzese (FI):Zzingaretti fa conti senza l'oste

"Come al solito Zingaretti fa i conti senza l'oste. Infatti, come riportano alcuni quotidiani nazionali il governo minaccia di concedere meno del 10% delle assunzioni in ambito sanitario programmate per il biennio 2017-2018. Si parla di 300 posti...

"Come al solito Zingaretti fa i conti senza l'oste. Infatti, come riportano alcuni quotidiani nazionali il governo minaccia di concedere meno del 10% delle assunzioni in ambito sanitario programmate per il biennio 2017-2018. Si parla di 300 posti a fronte dei 3500 programmati dalla Regione Lazio".

Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e Presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

"Sarebbe sicuramente l'ennesima sciagura che si abbatte sul sistema sanitario regionale, per effetto delle azioni prodotte dal governatore che oltre a twittare che le cose nella sanità vanno bene, anche se la realtà dimostra effettivamente l'esatto contrario. Il piano asunzionale della Regione Lazio , comunque, prevede da qui al 2018 1762 nuove assunzioni e 1740 stabilizzazioni di personale precario e come dice qualcuno questa operazione è molto lontana da un piano per il rafforzamento della rete di servizi sanitari dell'intero sistema sanitario regionale. Anzi, considerato il fatto che in questi due anni andranno in pensione circa altre 4.500 operatori sanitari, la situazione potrebbe cambiare di poco o nulla.

Ogni anno durante il periodo delle festivita si registra un afflusso particolare nella rete ospedaliera. E la Regione ogni inverno si fa trovare impreparata. Non è possibile che su ogni aspetto, su ogni questione, dalle liste d'attesa alla carenza di personale, questa amministrazione non sia stata in grado in quattro anni di mettere in campo una giusta programmazione. Quotidianamente apprendiamo notizie di disagi e disservizi negli ospedali principali, a Roma come nelle provincie. In Ciociaria la situazione è ddavvero drammatica. E ovviamente la diretta conseguenza di questa inefficienza è rappresentata dall'aumento della mobilità passiva. Inoltre, alla Asl di frosinone anche dal punto di vista gestionale sono stati commessi errori, come certificato dalla sentenza del tar dei giorni scorsi sui manager. Quindi, si prosegue a sbagliare, e i cittadini sono coloro che pagano il prezzo piu alto di questa superficialità"

SANITA: CASSINO;ABBRUZZESE (FI): SANTA SCOLASTICA, NONOSTANTE PASSERELLE SITUAZIONE DISASTROSA

"Codici rossi che aspettano ore per essere visitati. Una sala attesa che esplode di pazienti più o meno gravi. Personale sanitario insufficiente ad offrire risposte a tutti i cittadini in tempi accettabili. Questa è la realtà che quotidianamente si vive al Pronto soccorso del Sanfa Scolastica di Cassino". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

" Una struttura sanitaria classificata come dea di primo livello che invece non ha medici e infermieri in numero adeguato ad assistere i pazienti, anche quelli che arrivano nella struttura con un codice rosso, quindi urgente. Questo è il risultato della politica di passerelle adottata dal governatore Zingaretti. Ogni viaggio un annuncio. Sarebbero dovuti arrivare medici e infermieri per rafforzare la squadra del personale già al lavoro. Invece non è arrivato nessuno sono arrivati solo altri pazienti che purtroppo pagano quotidianamente le scelte propagandistiche del presidente della Regione con lunghe attese e mettendo a rischio la propria salute. Non è così che si affrontano i problemi. A criticità reale va data una risposta concreta. Nel rispetto dei pazienti malati che si vedono costretti a richiedere l aiuto medico al Santa Scolastica ma anche per tutti quei medici e quegli infermieri che lavorano a ritmi continuo per fare il.possibile e assicurare il servizio è le prestazioni necessarie. Cosa ha intenzione di fare Zingaretti di fronte all ennesimo disagio vissuto dagli utenti? Le promesse e le parole non bastano più. È necessario agire e lo si può fare anche in silenzio".

FORZA ITALIA, SIMEONE (FI): "A CASTELFORTE SI RIPARTE PUNTANDO SU UN GRUPPO DI GIOVANI MOTIVATI E PRONTI AD ACCETTARE LE SFIDE FUTURE"

"I giovani di Forza Italia a Castelforte simbolo della sfida che sul territorio il partito ha accettato con ogni intenzione di vincerla. Una sfida al radicamento, alla partecipazione, alla condivisione di idee e progetti con il solo obiettivo di essere il riferimento dei cittadini. Questo è lo spirito e la ferma intenzione che ho potuto riscontrare in questi giorni partecipando all'incontro, organizzato a Castelforte, con un gruppo di ragazzi che hanno voglia di mettersi in gioco e fare politica per migliorare il territorio in cui vivono. Si è trattato di un incontro non casuale ma che segue un percorso che questi ragazzi, Alessio Fusco, Angelo Veglia, Francesco Sessa, Filomena Gagliardi, Ciro Russo, Emilio Tufino, Roberto Gattola, Massimo Giuliano e Armando Passaretti, hanno iniziato molto tempo fa con un entusiasmo che si è tradotto nella messa in campo di tante iniziative, non ultima quelle per sostenere il No al referendum sulla riforma Costituzionale, e che hanno dimostrato come quando ci sono voglia di fare e capacità i risultati possono essere raggiunti con successo. Un incontro che segue quello svolto alcune settimane fa alla presenza del coordinatore regionale di Forza Italia, Claudio Fazzone, in cui abbiamo avviato un confronto serrato sulle criticità esistenti sul territorio di Castelforte cominciando a prospettare idee e progetti per risolverle. Terminata la competizione elettorale, che lo scorso anno, purtroppo, ha avuto per noi un esito negativo a Castelforte, abbiamo l'opportunità di mettere in campo nuove idee e di ripartire con maggior forza e soprattutto con tanto entusiasmo. Oggi l'intento che abbiamo, come Forza Italia, è quella di ampliare la base del consenso. Di farlo non a suon di slogan ma mettendo a punto programmi coerenti con le esigenze espresse dai cittadini. Per questa ragione i giovani sono la linfa vitale che offre al nostro partito nuovi spunti ed energia per proseguire su quel tracciato di valori, democrazia e libertà che ci hanno sempre contraddistinto. In questo contesto nei prossimi giorni il coordinatore regionale di Forza Italia, Claudio Fazzone, procederà ad insediare a Castelforte un coordinamento che svolgerà un ruolo importante per la campagna di adesioni a Forza Italia per il 2017, svolgendo attività sul territorio, aumentando la propria presenza tra i cittadini con iniziative ed eventi a carattere locale, anche in vista dei congressi. Oggi per risolvere le tante problematiche che affliggono i nostri territori la partecipazione, il radicamento e la condivisione sono elementi imprescindibili. E l'esperienza di Castelforte, con questo gruppo di ragazzi capaci, determinati, animati dalla passione per la buona politica, fatta di azioni e non di parole, costruita su solide basi di pragmatismo, credo possa essere un ottimo esempio di come Forza Italia in tutta la provincia svolge il proprio ruolo di partito di riferimento per tutti moderati. I giovani di Forza Italia, i giovani di Castelforte come quelli di tutti i Comuni del nostro territorio, sono quell'innesto di energie nuove, fresche e credibili con cui siamo certi potranno essere raggiunti grandi risultati e non solo sul piano elettorale quanto di presenza e riferimento per le comunità che rappresentiamo". Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

Forza Italia Castelforte 2 Forza Italia Castelforte

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, sanità Abbruzzese (FI):Zzingaretti fa conti senza l'oste

FrosinoneToday è in caricamento