Politica

Regione, tutti i cammini portano A Roma.A cento chilometri dal centro della cristianità 4-9 Ottobre 2016

Si è tenuta presso la Sala Aniene della regione Lazio, la conferenza stampa di presentazione di “Tutti i cammini portano a Roma - A cento chilometri dal centro della cristianità", l'iniziativa organizzata da Earth Day Italia nell’ambito del...

Si è tenuta presso la Sala Aniene della regione Lazio, la conferenza stampa di presentazione di "Tutti i cammini portano a Roma - A cento chilometri dal centro della cristianità", l'iniziativa organizzata da Earth Day Italia nell'ambito del Festival Europeo delle Vie Francigene, in collaborazione con ANCI Lazio, Federtrek Escursionismo e Ambiente, CAI Lazio, e il patrocinio della Regione Lazio, che si svolgerà tra il 4 e il 9 Ottobre 2016.

"Il Papa - ha dichiarato Quirino Briganti Coordinatore eventi storico, turistico e culturali del Giubileo del Lazio - asserendo che la vita è "un pellegrinaggio" ha invitato tutti a "mettersi in Cammino"; forte di questa esortazione la Regione Lazio ha voluto dare nuovo impulso al Sistema dei Cammini regionale integrandolo e arricchendolo con un progetto di promozione legato ai luoghi simbolo della spiritualità nel Lazio. L'iniziativa coinvolgerà numerose associazioni di camminatori per promuovere le nostre Vie della Fede e valorizzare al meglio i nostri territori, nello spirito del cammino come momento di conoscenza, incontro e crescita. Gli antichi

percorsi, che fanno parte di itinerari religiosi e di pellegrinaggio provenienti

dall'Oriente e dall'Occidente Europeo come la via Francigena e i Cammini di Benedetto e Francesco, saranno attraversati nell'anno del Giubileo, negli ultimi cento chilometri, verso Roma. L'obiettivo è promuovere un percorso storico-culturale che faccia emergere "Il Giubileo del Lazio" in coerenza e armonia con il fortissimo messaggio di solidarietà lanciato da Papa

Francesco".

"Tutti i cammini portano a Roma" rientra in una serie di iniziative che accompagneranno la fase finale del Giubileo della Misericordia nella Regione Lazio e coinvolge camminatori che, dal 4 all'8 Ottobre, percorreranno le i cammini laziali (Via Francigena nel Nord e nel Sud, il Cammino di Francesco, il Cammino di Benedetto) nell'ultimo tratto di cento chilometri, prima dell'ingresso a Roma. Nella serata dell'8 ottobre, i partecipanti giunti nella Capitale saranno accolti presso la Basilica di San Paolo, simbolo di 'camminatore' per il Vangelo. La manifestazione, che prende il via il 4 ottobre, Festa di San Francesco, vedrà la sua tappa finale a Piazza San Pietro la mattina di domenica 9 ottobre - Giornata del Camminare - in occasione dell'Angelus del Papa.

"Un ringraziamento a Roma e al Lazio - ha aggiunto Sandro Polci - direttore artistico Festival Europeo delle vie Francigene - che, insieme ad associazioni fantastiche e Comuni dediti, hanno finalmente chiuso la "catena aperta" dei cammini nazionali e, come per la Via Francigena riconosciuta dal Consiglio d'Europa, internazionali. Ora, la stessa determinazione servirà per

animare e mantenere i tracciati e l'emozione infinita dei nostri passi. Buon cammino, amici!".

"Nell'Anno dei cammini - gli ha fatto eco Paolo Piacentini, Presidente FederTrek - la Giornata del Camminare si arricchisce di tantissimi eventi, molti organizzati anche nella Regione Lazio. Camminare dal nostro punto di vista vuol dire riprendersi le città e un sano rapporto con il territorio; farlo lungo i cammini storico culturali che portano a Roma e che coinvolgono tutta

la regione promuovendo il turismo lento e di qualità, è un'occasione molto importante. Ringraziamo la Regione Lazio per questa collaborazione, crediamo che il turismo del futuro sarà sempre più legato al tema della lentezza e ai cammini pedonali e ciclabili".

Tra i tanti gruppi, associazioni, singoli cittadini che hanno aderito all'iniziativa, vanno segnalati quelli che percorreranno la via Francigena nel Sud - il cammino che univa Roma a Gerusalemme - partendo dalla Puglia; la manifestazione che parte da Milano e percorrerà in bicicletta la Via

Francigena nel nord; un gruppo di camminatori che svolgeranno un percorso interreligioso con tappe nei luoghi sacri più simbolici del Lazio e della Capitale.

"Fare un passo dopo l'altro - ha concluso Pierluigi Sassi - presidente Earth Day Italia - verso obiettivi ambiziosi, senza correre e nella consapevolezza dei propri limiti ci sembra una metafora perfetta di uno sviluppo che sia ambientalmente e socialmente sostenibile. Abbiamo corso per troppo tempo ed ora ci accorgiamo di averlo fatto su una strada sbagliata; forse passi più piccoli e più ragionati non avrebbero causato il disastro ambientale che oggi è sotto gli occhi di tutti. Crediamo profondamente nel cammino come strumento per rimettere l'uomo nella giusta relazione con se stesso e con l'ambiente che lo circonda e ci fa molto piacere che questa nostra proposta si sposi con il programma giubilare; portare tanti camminatori da un Papa che si sta

impegnando così tanto per l'ambiente ci riempie di orgoglio".

Alla manifestazione hanno aderito i Comuni attraversati dai cammini e le seguenti associazioni e organizzazioni: Sport senza Frontiere, Mediterraid, Pontieri del dialogo, Amici del Cammino di Benedetto, Gruppo dei Dodici, Star Trekk, Cai Monterotondo, Camminando Con, Archeoclub d'Italia sede di Formello, Compagnia dei Lepini, Bici x Umanità, Associazione culturale

DieciQuindici, Slow Francigena, LUMSA, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, tutti i cammini portano A Roma.A cento chilometri dal centro della cristianità 4-9 Ottobre 2016

FrosinoneToday è in caricamento