menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Colfelice protesta

Colfelice protesta

Roccasecca-Colfelice, Marcuccilli  e Capuano  replicano al segretario PD su impianto Saf

Preoccupati per le inesattezze del Segretario PD Costanzo della cui solidarietà facciamo francamente a meno. Le dichiarazione del Segretario Provinciale del Partito Democratico sul tema rifiuti e SAF hanno fatto sicuramente saltare dalle sedia i...

Preoccupati per le inesattezze del Segretario PD Costanzo della cui solidarietà facciamo francamente a meno. Le dichiarazione del Segretario Provinciale del Partito Democratico sul tema rifiuti e SAF hanno fatto sicuramente saltare dalle sedia i molti Amministratori Comunali che vivono ed amministrano i territori attorno all'impianto TMB di Colfelice. L'idea del sottodimensionamento dell'impianto SAF come la strampalata ipotesi per cui al massimo utilizzo corrisponde un minore impatto ambientale era già stata espressa dall'ex Ministro Clini, lo stesso Ministro che ci accusò di eversione quando non più tardi di due anni fa insieme alle Associazioni del territorio ed molti cittadini protestavamo fuori dagli impianti SAF all'arrivo dei camion di rifiuti da Roma. Sentire le medesime parole dal Segretario del PD Costanzo ci preoccupa e non vorremmo aprisse il corso all'ennesima giustificazione consolatoria da utilizzare per il nostro territorio. I Sindaci della Provincia hanno da poco eletto un nuovo Presidente della SAF, il cui compito è quello in primis di garantire un corretto utilizzo dell'impianto, mantenere standard bassi di impatti ambientale e tutelare il lavoro degli attuali dipendenti. L'impianto SAF, sempre a detta del ex Ministro Clini, può lavorare 1300 tonnellate al giorno di rifiuti. Ad oggi ne lavora meno della metà, circa 500 tonnellate. Non sarà forse il caso di chiedersi il motivo per cui la gran maggior parte dei comuni della provincia non porta a Colfelice i rifiuti differenziati? Sarà perché il costo è identico a quello del rifiuti indifferenziato e quindi risulta più conveniente venderlo ad altri vettori di raccolta? Sarà il caso di chiedersi se l'investimento di 20 milioni di euro per la produzione di CDR sia effettivamente redditizio per la stessa SAF? Sarà il caso di chiedersi se i 92 dipendenti della SAF possono essere impiegati ad esempio per specifici progetti di raccolta abbattendo quindi i costi di gestione? Ecco più che raccontarci la storia per cui ad una maggiore utilizzo corrisponde più ambiente e meno costi, le forze politiche ed i Sindaci dovrebbero provare a ripensare l'utilizzo del TMB di Colfelice evitando di dare la stura a chiunque, Presidente compreso, di proseguire su di un crinale che nei nostri territori ha portato solo camion in movimento, percolato lungo le strade, odori nauseabondi e preoccupazioni per salute pubblica.

Alessandro Marcuccilli - assessore comune di Roccasecca

Gaetano Capuano - consigliere comunale di Colfelice

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento