menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ideal Standard, Matteo Salvini ai lavoratori "Non sono qui per farvi promesse"

Il leader della Lega ha incontrato i dipendenti dello stabilimento di Roccasecca e ha parlato della sua volontà di portare la questione all'attenzione nazionale

In tanti questa mattina hanno accolto Matteo Salvini davanti ai cancelli della Ideal Standard di Roccasecca. C'è da dire che l'arrivo dell'esponente della Lega ha ricevuto un benvenuto caloroso da parte dei lavoratori che non gli hanno risparmiato applausi e "Bravi" corali. "Non sono venuto solo ad esprimere la mia solidarietà anche perchè questa sera tornado a casa non mangerete pane e solidarietà. Non sono venuto a farvi promesse. Vi dico quello che posso impegnarmi a fare".

Portare la questione a livello nazionale

Un discorso durato pochi minuti il suo, in cui ha racchiuso le azioni che intende intraprendere già a partire da questa sera quando sarà ospite nella trasmissione di Bruno Vespa "Porta a Porta". "Parlerò di voi - ha annunciato - ai milioni di italiani che utilizzano i vostri prodotti". Portare all'attenzione nazionale la questione della vertenza dei lavoratori della Ideal Standard sarà quindi il primo obiettivo del candidato Premier. La seconda azione sarà quella di battersi affinchè le multinazionali che hanno "preso denaro italiano" non possano chiudere dall'oggi al domani e mandare a casa i lavoratori per poi aprire all'estero "Chi ha preso finanziamenti in Italia deve continuare a produrre in Italia". Terzo obiettivo sarà quello di fare in modo che si contratti con le aziende che in Italia hanno anche altri interessi ed esigenze. "Questa è una situazione che riguarda anche altre città d'Italia. Sono tante le multinazionali o le grandi industrie che chiudono pur essendo in attivo".

Un impegno al di là del colore politico

"Da oggi - ha aggiunto Salvini - adotterò un pezzettino della vostra comunità e la porterò in giro per l'Italia. Sono a vostra disposizione al di là delle bandiere sindacali, dei colori, delle provenienze. Se riusciamo a salvare un posto di lavoro io sono felice. In bocca al lupo. Conto di tonare con qualche notizia positiva".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento