rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
La storia / Arce

Omicidio Mollicone, in Pm in Corte d'Appello sarà Francesco Piantoni

Il magistrato, di caratura nazionale, ha riaperto le indagini sulla strage di piazza della Loggia a Brescia e indagato sull'atroce morte del piccolo Cristian Lorandi.

Mancano meno di due mesi all’inizio del processo in corte d’appello per l’omicidio di Serena Mollicone e a rappresentare la pubblica accusa sarà il magistrato Francesco piantoni, pm di caratura nazionale e soprattutto noto per aver riaperto le indagini sulla strage di piazza della Loggia a Brescia e indagato sull'atroce delitto del piccolo Cristian Lorand trovato senza vita, strangolato sui monti di Brescia. Per quell’efferato omicidio venne indagato il padre Bruno, poi assolto per insufficienza di prove. A distanza di vent’anni dalla morte del figlio, l’uomo poi strangolo la moglie. 

Piantoni

Piantoni da settimane sta visionando i tanti faldoni che raccolgono 20 anni di indagine su uno degli omicidi insoluti più seguiti in Italia. Il processo in primo grado si è concluso il 15 luglio 2022 con l’assoluzione per insufficienza di prove di tutti e cinque gli imputati. Parliamo dell’ex comandante della caserma dei carabinieri di Arce, il maresciallo Franco Mottola, della moglie Annamaria e del figlio Marco. Tutti e tre i componenti della famiglia sono accusati di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Sono finiti sotto processo per favoreggiamento, anche l’appuntato dei Carabinieri, Francesco Suprano e l’ex vice comandante della caserma dei carabinieri di Arce, il luogotenente Vincenzo Quatrale accusato di concorso morale esterno in omicidio.

La Corte d’Assise del tribunale di Cassino, presieduta dal presidente Massimo Capurso e con giudice a latere Maria Vittoria Sodani ha ritenuto che gli elementi raccolti dalla procura di Cassino, rappresentata dal magistrato Maria Beatrice Siravo non siano stati sufficienti a comprovare la partecipazione dei cinque imputati nell’omicidio della studentessa di Arce che, ricordiamo è scomparsa il 1 giugno del 2001 dal piccolo paese della provincia di Frosinone e trovata morta il 3 giugno in località Fonte Cupa a Fontana Liri. La procura ha sempre sostenuto che Serena Mollicone sia stata uccisa nell’alloggio di servizio in uso alla famiglia Mottola situato all’interno della caserma dei carabinieri di Arce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Mollicone, in Pm in Corte d'Appello sarà Francesco Piantoni

FrosinoneToday è in caricamento