rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Calcio

Il Frosinone si complica ancora di più la vita: il Sassuolo vince 1-0. Le pagelle

I giallazzurri perdono lo scontro diretto con i neroverdi. Nel finale Kaio Jorge sbaglia il rigore del pareggio

Il Frosinone esce sconfitto dal campo del Sassuolo, in una sfida fondamentale per la corsa salvezza. Succede tutto nel secondo tempo, quando da un possibile rigore giallazzurro per fallo commesso da Thorstvedt, è proprio il norvegese a segnare e sbloccare il risultato. Nel finale Kaio sbaglia il calcio di rigore decisivo che fa perdere il Frosinone.

Nel primo tempo latitano le occasioni, ce ne sono solo due, una per parte. La prima nasce dai piedi di Mazzitelli che batte velocemente una punizione nella propria metà campo e trova Ghedjemis, ma il francese arriva in area e calcia di poco fuori. L’altra occasione capita a Laurientè che si libera di Zortea e calcia sul primo palo, trovando la respinta di Turati.

Da segnalare l’infortunio di Valeri nei primissimi minuti di gioco. Ennesimo stop forzato per il reparto difensivo giallazzurro. Nel secondo tempo arriva la svolta della partita: Thorstvedt atterra Mazzitelli in area di rigore e l’arbitro assegna il penalty per il Frosinone. Dopo un consulto al VAR, La Penna decide di revocare il rigore. Il Sassuolo quindi riparte da dietro e nella stessa azione trova il gol, proprio grazie al norvegese: Racic riceve sulla trequarti e serve Thorstvedt lasciato completamente solo dai difensori. Il centrocampista calcia a rete e trafigge Turati.

Al minuto 77 Lirola riceve una splendida palla da Soulé che lo lancia a rete nella zona centrale. Il terzino non stoppa e calcia subito cercando il pallonetto che termina alto. Nel finale di partita il Frosinone ha a disposizione la più grande occasione del match: Cuni, appena entrato, si conquista un calcio di rigore subendo fallo da Ferrari. Sul dischetto si presenta Kaio che calcia, spedendo a lato il pallone e le possibilità di pareggio giallazzurro. Il Frosinone perde ancora e le cose si fanno sempre più difficili.

Tabellino Sassuolo-Frosinone 1-0

SASSUOLO (4-4-2): Consigli; Pedersen, Erlic, Ferrari, Diog; Laurienté (38’ st Kumbulla), Racic, Thorstvedt (18’ st Matheus Henrique), Bajrami; Defrel (27’ st Boloca), Pinamonti (38’ st Mulattieri).

A disposizione: Pegolo, Cragno, Missori, Obiang, Ceide, Castellejo, Viti, Volpato, Lipani, Tressoldi.

Allenatore: Ballardini.

FROSINONE (4-3-3): Turati; Zortea, Romagnoli, Okoli, Valeri (9’ st Lirola); Mazzitelli, Barrenechea, Brescianini (Ibrahimovic); Soulé (39’ st Kaio Jorge), Cheddira (39’ st Cuni), Ghedjemis (Seck).

A disposizione: Frattali, Cerofolini, Baez, Reinier, Pahic, Gelli, Garritano, Monterisi.

Allenatore: Di Francesco.

Arbitro: signor Federico La Penna di Roma 1; assistenti Damiano Di Iorio (Verbania-Cusio-Osssola) e Christian Rossi di La Spezia. Quarto Uomo Claudio Gualtieri di Asti. Al Var Marco Serra di Torino, Avar Massimiliano Irrati di Pistoia.

Marcatore: 13’ st Thortsvedt (S).

Pagelle: Poca cattiveria da parte di tutti

Turati 6: prende gol nell'unico tiro in porta dei neroverdi.

Zortea 5.5: non la sua miglior prestazione, In difficoltà.

Romagnoli 6.5: il migliore tra i giallazzurri. Poche sbavature.

Okoli 6: non soffre particlarmente Pinamonti, anche se in un paio di circostanze l'ex Empoli gli sfugge in velocità.

Valeri SV (Lirola 5.5: si divora il gol del possibile 1-1 sparando alto davanti a Consigli).

Brescianini 5.5:  si accende a tratti ma non è preciso negli ultimi metri (Ibahimovic 5.5: ci prova con una conclusione da fuori ma la palla esce abbondantemente).

Barrenechea 5: sembra un lontano parente del calciatore visto fino a qualche mese fa. Sbaglia diversi appoggi e non dà velocità alla manovra canarina.

Mazzitelli 5.5: da un calciatore come lui, anche capitano, ci si attende sempre qualosa in più, anche oltre quello che fa vedere proprio in campo.

Soulè 5: ingabbiato e mai pericoloso. Si fa vedere solo in un caso, quando manda in profondità Lirola (Kaio Jorge 4: primo pallone toccato è quello dal dischetto che tira clamorosamente a lato).

Cheddira 5: perde quasi tutti i duelli con i difensori avversari (Cuni 6.5: unica nota positiva forse di giornata è il rientro in campo di Cuni. Bravo a conquistare il rigore).

Ghedjemis 5.5: quello che va più vicino al gol nel primo tempo con la conclusione che esce di poco, ma oltre quel tiro si vede veramente poco (Demba Seck 5: come con il Lecce non è deciso negli ultimi metri. A volte è meglio tirare e mandarla in curva che cincischiare e perdere palla).

Di Francesco 5: la sua squadra è sparita dal campo dopo il gol del Sassuolo, provando l'assalto negli ultimi 10 minuti. Tanta confusione in campo, discussioni su chi deve tirare il dischetto, calciatori riesumati dopo un periodo in naftalina, altri non impiegati. La sensazione è che è in confusione, come tutta la squadra. Quello visto oggi da Mazzitelli e compagni non è certo l'atteggiamento di una squadra che vuole a tutti i costi centrare la salvezza. Serve una svegliata, basta la scusa del siamo sfortunati e non raccogliamo i punti che meriteremmo. Perchè la fortuna va anche aiutata. Serve una scossa, ma bella forte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Frosinone si complica ancora di più la vita: il Sassuolo vince 1-0. Le pagelle

FrosinoneToday è in caricamento