menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paliano, otto annate di vino Passerina del Frusinate IGT (2006-2014) degustate con ottimi piatti di pesce e carne

Non sono state sei le Passerine del Frusinate degustate nella verticale organizzata dal ristorante Il Cardinale, bensì 8. E’ stata una degustazione con abbinamento annuale, ossia ad ogni annata di

Non sono state sei le Passerine del Frusinate degustate nella verticale organizzata dal ristorante Il Cardinale, bensì 8. E' stata una degustazione con abbinamento annuale, ossia ad ogni annata di

vino bianco Passerina del Frusinate IGT è stato abbinato un piatto preparato ad hoc a cominciare dal 2014 abbinato agli antipasti misti. Il 2013 invece ai primi: gnocchetti alle vongole. La Passerina del 2012 invece è stata abbinata alle trofie con gamberetti, mentre il 2011 alle scaloppine al limone. Per il 2010 non vi erano bottiglie. Il 2009 è stato abbinato alle pesche dell'azienda Donati di Paliano, mentre la Passerina del 2008-07-06 ad un tris di dolci, cubana con il whisky, biscotti al vino e torta. Il tutto servito a buffet.

Insomma, una verticale a tornare indietro nei anni piena di sapori genuini, preparati dallo chef del ristorante il Cardinale Stefano Togneri con la Passerina del Frusinate della Cantina Bosco Castello di Maria Elena Sinibaldi di Santa Maria di Pugliano.

E' stata una sperimentazione molto bene riuscita considerato che le bottiglie degli anni precedenti sono state ritrovate per caso nella vecchia cantina di tufo, tenuta proprio in località Bosco Castello di Paliano.

Tutto però è nato da un'idea dell'insegnante Alessia Di Lolli (poco prima che la giovane fosse portata in cielo da un male incurabile), che seguiva il rione Santa Maria durante il Palio ed era amica della signorina Maria Elena Sinibaldi. Proprio la Sinibaldi nel ringraziare gli ospiti presenti ha tenuto a ricordare anche questo bellissimo episodio, perché Alessia è andata via ma il suo ricordo resta ben saldo tra la mente di coloro che la conoscevano e anche nell'etichetta "Il club delle vecchiette" a significare la rarità delle bottiglie di Passerina del Frusinate possedute dall'azienda Bosco Castello. L'altra Passerina del 2014 è stata presentata dall'Azienda Agricola Alberto Giacobbe, azienda palianese sita ai confini con Olevano Romano, che ha fatto la sua bella figura.

Il tutto con abbinamenti bene azzeccati che hanno fatto dire agli intenditori che è stata una bella serata di degustazione dove il sapore e il colore delle annate del vino si sono evidenzite sempre di più. Sapore esaltato dagli ottimi abbinamenti. Una verticale anomala rispetto a quelle ordinarie dove si degusta un'annata per volta.

A rallegrare la serata i canti e le danze del gruppo folk i Compari delle Cantine, meglio conosciuti come gli HerniCantus.

Una serata enogastronomica molto particolare, che a nostro avviso, va ripetuta e pubblicizzata meglio tra la gente non solo di Paliano e dei paesi vicini. Per far capire meglio che il vino bianco Passerina del Frusinate, se ben tenuto nella giusta temperatura, può dare belle soddisfazioni non solo olfattive ma soprattutto negli abbinamenti come è stato fatto venerdì scorso. Non sappiamo però, perchè, tale serata sia stata ignorata dai palianesi.

Giancarlo Flavi
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento