Mercoledì, 29 Settembre 2021
Valle Del Sacco

Lazio Ambiente, lavoratori si incatenano e chiedono un incontro con Zingaretti (foto e video)

Clamorosa protesta questa mattina in pieno centro a Colleferro con i dipendenti dell’azienda regionale che hanno fatto sentire la loro voce davanti la sede di via Garibaldi

Con il futuro sempre più incerto e con alcuni stipendi arretrati ancora da prendere i dipendenti di Lazio Ambiente questa mattina hanno incrociato le braccia e si sono incatenati davanti la sede principale della loro azienda in Corso Garibaldi a Colleferro. Una protesta veemente per attirare l’attenzione sulla loro situazione che oramai va avanti da oltre un anno e mezzo con i dipendenti dei termovalorizzatori rimasti senza lavoro. I lavoratori chiedono un incontro urgente ed inderogabile con il presidente Nicola Zingaretti per capire che fine farà la loro società, nata dalle ceneri del consorzio sovra comunale GAIA.

I ritardi nei pagamenti

“I continui ritardi – ha spiegato al megafono la sindacalista ugl Carla Lucci (video in pagina) – degli stipendi, il dove elemosinare ogni santo mese ciò che un nostro diritto, la mancanza di rispetto verso di noi e le nostre famiglie, il menefreghismo della politica fin qui mostrato nel trovare soluzioni vere a questa vertenza sono come delle catene che non ci consentono pi di andare avanti. Chiediamo alla regione di intervenire prontamente”.

Presente all’incontro anche Massimiliano Bellotti, ex assessore di Valmontone ed attuale candidato sindaco che ha voluto esprime solidarietà ai lavoratori: “vicinanza ai lavoratori di Lazio Ambiente che oggi sono in sciopero. In questo contesto vorrei fare solamente una valutazione di carattere sociale: qui ci sono 300 lavoratori che non percepiscono più lo stipendio dal mese di febbraio. La politica ha fatto il suo corso e gli amministratori, sia comunali che regionali di ogni colore, hanno finito la campagna elettorale e adesso sembra che non interessa più essere presenti e dimostrare la loro solidarietà ad un popolo di 300 famiglie che, anche dopo l’insediamento della nuova giunta, è rimasto senza risposte sul proprio futuro e su quello della società”.

Oggi con questa protesta i comuni serviti nella raccolta e nello spazzamento da Lazio Ambiente sono rimasti con i rifiuti a terra. I lavoratori sono determinati ad andare avanti ad oltranza finché non avranno delle rassicurazioni sarei sul loro futuro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio Ambiente, lavoratori si incatenano e chiedono un incontro con Zingaretti (foto e video)

FrosinoneToday è in caricamento