Valle Del SaccoToday

Coronavirus, “1000 positivi non ancora conteggiati”, la mail della Asl Rm5 che mette preoccupazione

Una situazione ulteriormente allarmante ed i sindaci martedì prossimo preparano un incontro con Leodori e D’Amato

La sede della Asl di tivoli

Che qualcosa non va nel sistema dei conteggi quotidiani sul numero dei contagiati dal coronavirus, oramai è cosa nota. Sono mesi e mesi che scriviamo di queste problematiche e di come, nelle settimane scorse, ci sia stata la lettera di protesta dei sindaci rivolta ai vertici della Asl Rm5 ed al prefetto di Roma. Una situazione non certo fluida ed in continua evoluzione che ora si arricchisce di nuovi particolari.

La mail ai 70 comuni

Nelle ultime ore, infatti come riportato dall’Agi - la direzione sanitaria della Asl Roma-5, una delle più grandi del Lazio, ha informato via email i 70 Comuni del distretto che numerosi potenziali soggetti positivi al Covid-19 non sono stati inseriti fino ad oggi nel conteggio ufficiale diramato quotidianamente con bollettino ufficiale.

Un "buco" che, potrebbe attestarsi su circa 1.000 positivi non ancora conteggiati. Nella comunicazione inviata via mail, di cui l'Agi ha potuto prendere visione, la Asl Rm-5 informa di "aver provveduto al recupero dei referti positivi che i laboratori della rete CoroNET avevano tardato a trasmettere, in considerazione della mole di dati trasmessi in unica soluzione. Si precisa - I prosegue la Asl nella comunicazione inviata a tutti i Comuni - che si potrebbe rilevare la presenza di nominativi già precedentemente comunicati, dei quali si prega di non tener conto".

La lettera dei sindaci al Prefetto

Ma da un primo confronto tra I dati in possesso della Asl e quelli comunicati ai Comuni, si evincono già numeri che, per esempio, hanno portato un incremento di positivi di 216 soggetti nel solo Comune di Tivoli, 84 in quello di Monterotondo, 75 in quello di Mentana, 50 in quello di Fonte Nuova e circa 250 nel Comune di Guidonia, il piu' grande Comune della provincia di Roma. E proprio dal Comune di Guidonia, il sindaco Michel Barbet, che e' anche presidente della Conferenza dei Sindaci del distretto Rm-5, ha immediatamente chiesto spiegazioni ai vertici della Regione Lazio e della Asl di competenza.

Martedì incontro con il vice Presidente Leodori e con D’Amato

"In qualita' di Presidente della Conferenza dei Sindaci della Asl Roma 5, ed in accordo con i primi cittadini di Colleferro, Monterotondo, Olevano Romano, Palestrina, Subiaco, Tivoli e Zagarolo - si legge in una nota pubblicata dal sindaco di Guidonia, Michel Barbet - ho convocato per martedì prossimo il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, l'Assessore alla Sanità Alessio, Alessio D'Amato, e il Direttore Generale della Asl Rm-5, Giorgio Santonocito, per affrontare insieme e cercare di risolvere quanto i medici di base del nostro territorio ed i cittadini lamentano sull'inefficienza di alcune procedure legate all'emergenza sanitaria che stiamo vivendo. In particolare - prosegue Barbet - sto parlando dei tempi per effettuare o avere l'esito dei tamponi, la difficoltà di comunicazione tra medici e il sistema sanitario di prevenzione, la disponibilità e l'attendibilità dei dati che vengono comunicati ai Sindaci e il relativo problema di gestione da parte del comune dei rifiuti dei contagiati sono alcuni dei temi che metteremo sul tavolo nell'ottica di migliorare la qualità dei servizi al cittadino"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento