rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Valle Del Sacco

Ospedale Palestrina: “una struttura ridimensionata rispetto al periodo pre covid”

La denuncia da parte del sindacato Fp Cgil con una lettera inviata ai sindaci ed ai vertici aziendali

Periodicamente si torna a parlare della difficile situazione in cui si trova l’ospedale di Palestrina con il pronto soccorso quasi sempre sovraffollato e con il personale che lavora in condizioni strutturali e organizzative. Situazione segnalate dalla Fp Cgil, tali da non garantire la salute e la sicurezza dei Pazienti e degli Operatori coinvolti.

“Non meno critica - scrive in una nota inviata alla cnferenza dei sindaci ed ai vertici della Asl Rm5 Fabrizio Samorè Segretario Generale FP CGIL Roma Sud – Pomezia – Castelli  è la situazione della RSA Il Melograno di Zagarolo che, pur nel quadro degli interventi in corso per le garanzie di agibilità, mantiene criticità strutturali elevate in ragione della età della struttura e della condizione di emergenza nella quale è stato aperto. La strutturale carenza di Personale Sanitario, anche in relazione dell’attuazione degli interventi straordinari indicati nel Piano Regionale previsto per il sovraffollamento in Pronto Soccorso, mette seriamente a rischio la qualità di erogazione dei LEA, errore che non può più ricadere sugli Operatori, già provati dalle precedenti ondate pandemiche, a cui è delegata una responsabilità che non più sostenere.

A oggi, nonostante i pubblici proclami della Direzione Aziendale, il presente dell’Ospedale di Palestrina è profondamente ridimensionato rispetto al periodo pre-pandemico; oltre alla recente pesante riduzione dell’attività Chirurgica e Ortopedica in elezione, sono ancora inattivi i reparti di Ginecologia e Ostetricia, la Traumatologia, il Day Surgery e Pediatria. Questa O.S. chiede quali iniziative intende intraprendere questa Direzione Aziendale a tutela della Salute Pubblica e degli Operatori interessati.

Questa organizzazione chiede altresì alle istituzioni in indirizzo di fare una valutazione sull’assetto della sanità pubblica nel nostro territorio, della sua adeguatezza ai fabbisogni che esso esprime, alla congruità dei mezzi e delle risorse disponibili, ivi compreso il personale, che continuano a mettere a rischio il diritto fondamentale alla salute dei cittadini del territorio, anche attraverso una riflessione pubblica.

Chiede quali iniziative intende intraprendere la Direzione Strategica Aziendale a sostegno di una a migliore gestione del personale presente in tutta l’Azienda. Quali iniziative intende intraprendere per un piano assunzionale adeguato all’esigenza dell’Azienda che permetta al Personale di prestare servizio con dignitosa professionalità e piena sicurezza.

La FP Cgil chiede ai Sindaci, quale prima autorità sanitaria sul territorio, quali iniziative si intende percorre per garantire la Salute Pubblica nelle condizioni sopra descritte. In assenza di iniziativa questa FP CGIL ha intenzione di intraprendere ogni possibile azione sindacale e legale utile alla tutela dei lavoratori convolti. In attesa del dovuto riscontro, cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Palestrina: “una struttura ridimensionata rispetto al periodo pre covid”

FrosinoneToday è in caricamento