Valle Del Sacco

Segni, raccolta di firme e lettera al sindaco per il ripristino della corsa del Cotral delle 7 e 20

Nelle settimane scorse è stato tolto il collegamento diretto con le scuole superiori di Anagni ed oltre 40 studenti debbono partire alle 6 e 45 per poi aspettare la coincidenza a Colleferro

Mobilitazione di massa nella cittadina lepina di Segni (Rm) dove da qualche settimana è stata soppressa la corsa del Cotral delle 7 e 20 che portava una quarantina di studenti delle scuole superiori direttamente ad Anagni. Ora gli stessi sono costretti ad arrivare alla fermata oltre mezz’ora prima per poi scendere Colleferro (ricordiamo che via Traiana che collega i due paesi ancora è chiusa per la frana) ed attendere la coincidenza. Per cercare di far tornare la situazione molti cittadini hanno raccolto delle firme e scritto una lettera al Sindaco, al Prefetto ed all’assessore regionale ai Trasporti.

La lettera al sindaco

“I sottoscritti cittadini firmatari, presentano alla S.V. la seguente petizione. Con la presente vogliamo mettervi al corrente dell'enorme disaggio vissuto da molti ragazzi della cittadina, a causa dell'improvvisa e secondo noi arbitraria soppressione di alcune corse dirette Cotral sulla tratta Segni-Anagni, Anagni -Segni.

Gli studenti dalla ripresa delle lezioni in presenza non sono riusciti a raggiungere in tempo o affatto! Gli istituti ubicati nel comune di Anagni, accumulando così ritardi ed assenze estremamente dannosi per il loro rendimento didattico. Cotral ha dato come soluzione un collegamento che prevede la partenza alle 6,45 da Segni, per raggiungere Colleferro, dove alle 7,30 avrebbero la coincidenza per Anagni.

Questo per i nostri ragazzi significa uscire da casa alle 6,30 e farvi rientro se tutto va bene dopo le 16,00.  Il piano di rientro a scuola in sicurezza prevedeva addirittura dei pullman aggiuntivi non l'eliminazione di quelli esistenti da anni. La situazione è decisamente sconfortante oltre che invalidante per questi ragazzi a cui viene negato un diritto fondamentale sancito dalla Costituzione: il diritto allo  studio.

Le chiediamo pertanto di farsi portavoce delle nostre rimostranze e di rappresentarci presso l'amministrazione Cotral e presso tutte le altre autorità competenti.  Noi abbiamo già inviato delle PEC al Prefetto di Roma e all’Assessore ai trasporti della regione Lazio.  Ribadiamo l'urgenza della risoluzione del problema. Attendiamo un vostro un positivo riscontro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segni, raccolta di firme e lettera al sindaco per il ripristino della corsa del Cotral delle 7 e 20

FrosinoneToday è in caricamento