rotate-mobile
Valle Del Sacco

Trovato con 350 Kg di droga in casa 'camuffata' da piccoli snack al cioccolato 

Il 20enne aveva funzione di "retta", ovvero teneva nascosto in casa la droga dietro compenso.

Si era inventato un metodo molto originale per nascondere la droga ma alla fine è stato scoperto con un grande quantitativo di stupefacente nascosto in casa. Stiamo parlando di N.C. un insospettabile ragazzo di 20 anni incensurato che pensava di farla franca.

Nei giorni scorsi gli agenti del III distretto Fidene-Serpentara che stavano indagando su un giro di spaccio alle porte di Roma, hanno bussato alla sua porta.

Nell'appartamento dell'insospettabile ventenne, nel comune di San Cesareo nel sud della provincia di Roma dove altri episodi simili già ci sono stati anche in passato, gli agenti coordinati dal dirigente Alessandro Tocco, hanno trovato ben 350 chili di hashish suddiviso in diversi involucri, oltre due chili di marijuana, due macchine per il sottovuoto, un bilancino di precisione e diverso materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente. 

I soldi per l'insospettabile

Insomma, tutto per conservare e confezionare la droga. L'hashish, inoltre, era nascosto negli incartamenti del Pocket Coffe o del Tronky, uno stratagemma, quello di nascondere la droga nella cioccolata, già utilizzato dai pusher. Secondo quanto appreso, il 20enne aveva funzione di "retta", ovvero teneva nascosto in casa la droga dietro compenso.

Ma per quanti soldi? Saranno le indagini a dirlo, stando a quanto risulta a RomaToday, una "retta" può guadagnare dai 1.750 ai 3.500 euro a carico tenuto, in sostanza dai 5 ai 10 euro a chilogrammo. 

Mancato guadagno milionario

Soldi facili e sporchi. Di certo il blitz della polizia ha portato un duro colpo a chi aveva messo insieme quei 350 chilogrammi. Stando alle informazioni raccolte dal nostro giornale, chi ha messo insieme quel quantitativo potrebbe averlo fatto per circa 700.000 euro all'ingrosso (2000 euro al chilo), per poi puntare a rivendere la merce tra gli 8 e 10 euro al grammo, con un potenziale guadagno tra i 2.800.000 e i 3.500.000 euro. 

Ora le indagini puntano per ricostruire la filiera dello spaccio, ossia chi aveva messo insieme quei 350 chili e chi aveva il compito poi di spacciarli. Al termine delle attività di rito per l'insospettabile 20enne è scattato l'arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti che è stato convalidato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato con 350 Kg di droga in casa 'camuffata' da piccoli snack al cioccolato 

FrosinoneToday è in caricamento