rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Valle Del Sacco

Valmontone, consigliera comunale minacciata sui social: "Farai la sua stessa fine"

Brutto episodio quello avvenuto in queste ultime ore alla rappresentate di Fdi Giorgia Bellotti

Un brutto clima quello che si sta vivendo negli ultimi giorni a Valmontone. Si pensava che dopo le elezioni gli 'umori' si placassero invece continuano a ripetersi episodi veramente spiacevoli. L'ultimo in ordine temporale è quello avvenuto nelle ore scorse e che vede protagonista suo malgrado la consigliera comunale di Fdi Giorgia Bellotti

Quanto successo è stato raccontato da lei, ovvero che è stata insultata e minacciata sui social da un profilo falso. Ovviamente la consigliera ha sporto denuncia e raccontato quanto successo ricevendo tanti messaggi di solidarietà

Il racconto della Bellotti

"Farai la sua stessa fine” “Poi stai bene a piagne” “Non lamentarti dopo” “E ti assillerò come assilli noi”. La giornata di ieri è stata una giornata intensa, una giornata che purtroppo ha poi preso una piega inaccettabile.

È partita con un Consiglio Comunale molto  particolare e sopra le righe. La mia intenzione era ovviamente, come sempre, quella di adempiere al 100% alla mia funzione di Consigliere Comunale. Ho posto domande per comprendere meglio questioni importanti per il Paese e avrei voluto approfondire alcuni temi significativi per i nostri cittadini. 
La motivazione che ho nello svolgere questo ruolo è forte e dipende tutta dal grande amore che io provo verso Valmontone e verso i Valmontonesi e dalla volontà di capire tante cose che accadono. Evidentemente però, qualcuno risulta infastidito da questa mia forte motivazione. 

Infatti ciò che è accaduto successivamente al Consiglio Comunale è deplorevole e preoccupante.  Ho ricevuto qualche ora più tardi, su instagram, da un leone da tastiera nascosto dietro un profilo palesemente falso, minacce, accuse e parole molto gravi, che mi vergogno anche a trascrivere. È stata tirata in ballo, da questa persona, anche la mia famiglia che nulla c’entra con il mio attuale operato politico. 

Tutto questo ha scaturito in me una riflessione. 

Sono una Donna di 26 anni e ho deciso di candidarmi per il bene comune, per dedicarmi al massimo a questo incarico. Cosa può spingere qualcuno a minacciarmi? Per raggiungere quale scopo? Quello di spaventarmi? Di ferirmi? Di fermarmi? Possono delle domande o degli interventi in un Consiglio Comunale, o dei post sui social, a sfondo politico, con lo scopo esclusivo di segnalare ciò che non va in questa città, scatenare una cattiveria, una rabbia, un odio di questo tipo? Come si può? Dove siamo arrivati? 
Mi auguro che tutto questo non si ripeta mai più perché è di una gravità inaudita, né verso di me né verso chiunque altro ricopra un ruolo come il mio. 

Ho ovviamente provveduto a denunciare l’accaduto presso la Polizia Postale, perché chi decide di utilizzare qualunque tipo di violenza deve essere sempre punito.  Non permetterò a nessuno di minare la mia serenità e tranquillità o il mio operato. Io continuerò dritta sulla mia strada, sempre più determinata ad essere costantemente dalla parte dei cittadini, rispettando sempre i ruoli ma soprattutto le persone, e pretendendo che anche verso di me si faccia lo stesso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmontone, consigliera comunale minacciata sui social: "Farai la sua stessa fine"

FrosinoneToday è in caricamento