rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità

Cinque anni fa l’addio ad Antonello Ruffo di Calabria

Il “principe visionario” morì il 24 agosto 2017. Oggi con la riapertura della Selva di Paliano e con il suo Bosco continua a vivere le sue idee

Cinque anni fa morì Antonello Ruffo di Calabria, nobile di antichissima casata, fratello maggiore della regina del Belgio, Paola di Liegi, e fondatore del primo parco ornitologico italiano. Ruffo di Calabria aveva 87 anni quando lasciò il mondo terreno il 24 agosto del 2017. Il funerale venne officiato nel Bosco di Paliano. Il Bosco gli era stato lasciato dalla mamma, Luisa Gazelli dei Conti di Rossana, che a sua volta lo ricevette in dono quando sposò il principe Fulco Ruffo di Calabria.

A Paliano Antonello costruì, passo dopo passo, il grande parco de “La Selva”, improntato sul rispetto dell’ambiente e sul turismo ambientale e oggi divenuto parco salute ed ambiente che grazie all’associazione "gli Amici della Selva di Paliano" ogni domenica è aperto e visitabile per percorrere una passeggiata o in bici o con il cane al fresco dei sentieri che costeggiano i laghetti.

La tenuta fu anche set di grandi film come “Non ci resta che piangere”. Su quei terreni Antonello impiantò vigneti, che ancora oggi danno il frutto, e portò molte specie animali, che affascinarono l’Italia.

Con le sue iniziative precorse i tempi, piantando i semi dell’ambientalismo che oggi vive vigorosamente nel Bosco di Paliano, tenuta vocata alla green economy portata avanti dalle figlie Claudia e Domitilla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque anni fa l’addio ad Antonello Ruffo di Calabria

FrosinoneToday è in caricamento