Anche il Capoluogo ciociaro ha il suo 11 settembre: 77 anni fa il bombardamento che distrusse la città

Frosinone fu il capoluogo italiano che subì maggiori danni durante la seconda guerra mondiale, con la maggior parte degli edifici distrutti, tra cui il Municipio ed il Palazzo Vivoli

L’11 settembre è la data che tutto il mondo ricorda per quello che è stato il più violento attacco terroristico della storia. Ma anche La Ciociaria, ed in particolar modo la città di Frosinone, ricorda questa data per un tragico avvenimento.

Il capoluogo ciociaro 77 anni fa venne devastato, infatti, da un bombardamento. Attacco che provocò la morte anche di un centinaio di persone. Bombardamento che purtroppo si verificò anche il giorno dopo, portando con sé una 70ina di vite umane. Tutto cominciò tre giorni prima, l’8 settembre del '43, quando l’Italia firmò l’armistizio con gli alleati ed i tedeschi la occuparono militarmente.

La stessa sorte subì Frosinone, che fino ad allora aveva visto i tedeschi solo come utilizzatori del proprio aeroporto militare. Dopo l’armistizio i tedeschi occuparono gli alberghi Bellavista e Garibaldi e tutte le principali vie di comunicazione. Poco più a sud, a Cassino, si formerà la famosa linea Gustav, una linea invalicabile che per mesi bloccò l’avanzata degli alleati. Proprio questi ultimi per interrompere i collegamenti con Cassino bombardano anche Frosinone: erano le 22.00 quando i bombardieri americani lanciarono centinaia di bombe sulla città.

Le bombe distrussero il liceo-ginnasio, il convento delle suore di Sant’Agostino, l’ospedale e gran parte della città alta. Il bombardamento eseguito da aerei dell’aviazione inglese, ebbe come bersaglio anche l’aeroporto, dove vennero colpiti gli aerei parcheggiati sulla pista, i depositi di carburante e la villa Napoli, che i tedeschi avevano trasformato in infermeria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frosinone fu il capoluogo italiano che subì maggiori danni durante la seconda guerra mondiale, con la maggior parte degli edifici distrutti, tra cui il Municipio ed il Palazzo Vivoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Frontale sulla Palianese, la morte del giovane Mattia lascia un vuoto incolmabile

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Ceccano, i nomi dei 16 eletti in Consiglio comunale e tutti i numeri delle Elezioni 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento