Lotta all'inquinamento, al comune di Frosinone un contributo di 330 mila euro

Finanziato per il 60% del costo totale il progetto per il risanamento della qualità dell'aria. Magliocchetti: "Un traguardo estremamente importante"

Danilo Magliocchetti

Un contributo da 330.000 euro per la realizzazione degli interventi di risanamento della qualità dell'aria, è quanto ottenuto dal comune di Frosinone che nella graduatoria per l'assegnazione dei fondi, si è posizionato al secondo posto nel Lazio, con 92 punti. Lo ha reso noto la Direzione: politiche ambientali e ciclo dei rifiuti Area: qualità dell'ambiente della Regione Lazio, con determina nr. G13192 19/10/2018, con la quale al Comune di Frosinone è stato riconosciuto un contributo che equivale al 60% del progetto complessivo, come specificato nel bando, che in totale avrà un costo finale di € 550.000.

L'importo più alto

"Si tratta di un traguardo estremamente importante quello raggiunto dall’Amministrazione Ottaviani, - commenta il consigliere comunale e provinciale Danilo Magliocchetti - che testimonia, sia la validità del progetto, sia l’attenzione massima per tutte le forme di finanziamento accessibili. Il risultato di Frosinone è altresì significativo, in primo luogo per il punteggio raggiunto, solo Colleferro ha ottenuto un punteggio superiore al Capoluogo con 93 punti, in secondo luogo i 330.000 euro ottenuti da Frosinone, costituiscono l’importo più alto riconosciuto dalla Regione ai 19 Comuni finanziati,  il secondo Comune infatti è Tivoli che ha avuto 315.000 euro. Si tratta quindi dei contributi, erogati dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, per la realizzazione degli interventi di risanamento della qualità dell'aria, in attuazione del "Programma di finanziamenti per le esigenze di tutela ambientale connesse al miglioramento della qualità dell'aria e alla riduzione delle emissioni di materiale particolato in atmosfera nei centri urbani" istituito con D.M. 16 ottobre 2006".

È chiaro - aggiunge Magliocchetti - che questo importante contributo economico consentirà al Comune capoluogo di implementare le azioni di risanamento della qualità dell’aria, un’attività quantomai necessaria che ha bisogno sempre di risorse aggiuntive per tentare di debellare un fenomeno, quello degli elevati livelli di PM10, che anche gli ultimi rilevamenti dell’Arpa testimoniano sul capoluogo una presenza critica  e da monitorare costantemente, nonostante l’impegno e le iniziative messe in cantiere da tempo dall’amministrazione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento