Sora, bengalese multato: Potere al popolo gli fornirà un legale

Il giovane extracomunitario era stato sanzionato per la vendita di asparagi senza autorizzazione

La vicenda di qualche giorno fa che ha visto protagonista un bengalese di 23 anni sanzionato a Sora con una multa di circa 5.000 euro per la vendita di asparagi in un'area pubblica senza autorizzazione, al di là dell'aspetto meramente legale, ha creato un vero e proprio caso. Diversi gli schieramenti che si sono venuti a creare tra chi ha ritenuto giusta ed equa la sanzione e chi invece ha preso le parti del giovane extracomunitario.

Un legale a disposizione del bengalese

Tra quest'ultimi anche la Sez. “Antonio Gramsci” di Sora del Partito della Rifondazione Comunista S.E.- Potere al Popolo che oltre ad esprimere il proprio disappunto nei confronti di chi avrebbe segnalato l'illecito alle forze dell'ordine "metterà a disposizione un legale, affinché possa fare ricorso all’incredibile multa comminata".

La denuncia 

Ecco cosa scrivono in una nota: "Quanto accaduto nella nostra città ha dell’incredibile, e ci fa riflettere in merito al mondo che viviamo. Il mondo in cui il più forte denuncia il più debole, l’ultimo della società, l'indifeso che vende qualche asparago per vivere proprio non ci piace. Torniamo ai fatti: pare che “anonimi cittadini” avrebbero fatto una segnalazione alle forze dell’ordine in merito ad un’extracomunitario che vendeva merce illegale in luogo pubblico. Gli anonimi cittadini del “prima gli Italiani” o “Stop Invasione” o quelli “del rimpatrio immediato”, insomma i professionisti del soffiare sul fuoco, i fomentatori di odio e violenza, gli istigatori della guerra tra poveri. 
Questi anonimi cittadini, non segnalano chi sta inondando le nostre strade di droghe, chi esercita usura, insomma i delinquenti veri, quelli che rovinano  i nostri giovani e la nostra società, chi inquina l’ambiente o chi commette reati di ogni genere, perchè quelli sono pericolosi per davvero, e il coraggio che serve pe
r metterseli contro, non è certamente quello necessario a perseguire i pericolosissimi membri della "gang dell'asparago. Rifondazione Comunista esprime piena solidarietà al ragazzo bengalese coinvolto, e  metterà a disposizione un legale, affinché possa fare ricorso all’incredibile multa comminata. Chiudiamo questo comunicato con le parole del giornalista scrittore e pacifista Vittorio Arrigoni: 'restiamo umani'"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento