Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

Lo hanno deciso i giudici della corte di Appello di Roma che hanno confermato la sentenza emessa già in promo grado. L'uomo che era stato condannato a cinque anni di carcere dovrà espiarne altri tre nella sua abitazione

Confermata dai giudici della Corte di Appello di Roma la sentenza di condanna a cinque anni di carcere per Francesco Scarsellala, il 35enne residente ad Alatri che il 15 ottobre dello scorso anno al km 71 della Casilina in territorio di Ferentino a bordo della propria autovettura, con patente revocata e secondo l'accusa sotto l'effetto di droga, travolse una moto Suzuki sulla quale si trovavano Giancarlo Marrandino e la moglie Rosaria, rispettivamente di 38 e 43 anni, il primo un ingegnere che lavorava per l'indotto Fiat di Piedimonte, originario di Aversa, la seconda di Sant'Antimo

I due coniugi morirono sul colpo

I medici del 118 che per primi si erano recati sul posto non avevano potuto fare nulla, entrambi i coniugi erano già deceduti. Francesco Scarsella che da alcune informazioni raccolte sembra si trovasse anche sotto l'uso si sostanze stupefacenti, venne arrestato . 

La condanna di primo grado

Successivamente  rappresentato dal suo legale difensore Tony Ceccarelli,  aveva beneficiato degli aresti domiciliari. Ieri i giudici hanno confermato la sentenza già emessa in primo grado. Adesso l'uomo avendo già espiato due anni di pena ne dovrà scontare altri tre ai domiciliari.

Il tragico incidente

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Cassino, il video virale del rapper nigeriano che 'vola' mentre canta le bellezze della città

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento